Lunedì 29 giugno, 181° giorno
dell’anno, 27^ settimana. Alla fine del 2020 mancano 185 giorni (bisestile)

0
955
La famosissima giornalista e scrittrice italiana Oriana Fallaci nacque a Firenze 91 anni fa

FRASE DEL GIORNO Il comunismo trasforma tutti in plebe. Rende tutti morti di fame.  (Oriana Fallaci)

SANTI DEL GIORNO – San Pietro (Apostolo e Martire, protettore di pescivendoli, pescatori, ciabattini, fabbricanti di chiavi, mietitori, orologiai e portieri), San Paolo  (Apostolo e Martire, protettore di teologi e stampa cattolica), Santa Emma di Gurk (Contessa), San Cassio di Narni (Vescovo).

EVENTI DEL GIORNO – Nel 1986 l’Argentina di Maradona vinse il Mondiale. Battendo 3-2 in finale la Germania Ovest, i sudamericani conquistarono il 2° secondo titolo Fifa a 8 anni di distanza dal 1°, conquistato in casa nel ’78. Il miglior calciatore di quell’edizione fu il capitano argentino Diego Armando Maradona (5 reti).
Nel 2007 Apple lanciò l’iPhone. “Reinventare il telefono” fu la sfida lanciata da Steve Jobs in occasione dell’annuale apertura del Macworld Conference & Expo, mostrando al mondo l’iPhone EDGE, il primo smartphone targato Apple. Il nuovo dispositivo si distingueva dagli altri smartphone in commercio per 2 aspetti fondamentali: l’interattività multi-touch, ossia un display che rispondeva al tocco simultaneo di più dita e accompagnato dall’eliminazione quasi totale dei tasti; la perfetta integrazione con il suo sistema operativo iOS 1.0.
Nel 2009 il disastro ferroviario di Viareggio. Alle 23.48 il silenzio della notte viareggina fu rotto da una potente esplosione, seguita da altre di minore intensità. Al fragore seguì una pioggia di fuoco che tinse di rosso il cielo, sopra l’area intorno alla stazione ferroviaria. Il deragliamento del treno merci n. 50325, carico di GPL, proveniente da San Martino di Trecate (NO) e diretto a Gricignano di Aversa (CE),  scoppiò per il cedimento di un carrello che portò il convoglio fuori dai binari e provocò uno squarcio in una delle cisterne. Ci furono 31 morti complessivi.

NATI FAMOSI – Giacomo Leopardi (1798-1837), Italia, letterato. Massimo poeta dell’800 e filosofo geniale, fu tra i più influenti rappresentanti della letteratura mondiale.  Nato a Recanati (MC), formò la sua poetica nel solco del ‘Classicismo’, approdando poi al ‘Romanticismo’ e anticipando i temi dell’Esistenzialismo’, con la riflessione filosofica sull’esistenza umana e sul suo rapporto con la Natura.
Antoine de Saint-Exupéry (1900-1944), Francia, scrittore e aviatore. La sua fama ha attraversato ogni generazione da quel lontano 1943, in cui diede alle stampe “Il Piccolo Principe”, romanzo capolavoro e uno dei libri più venduti di sempre, tradotto in 250 lingue. Nato a Lione come Antoine Jean Baptiste Marie Roger de Saint-Exupéry, morì a fine guerra in un incidente aereo, colpito da un caccia tedesco.
Mario Carotenuto (1916-1995), Italia, attore. Romano, lavorò in teatro e al cinema. Divenne famoso con le commedie all’italiana, i ‘musicarelli’ e i film di Pierino, accanto ad Alvaro Vitali. Durante la carriera interpretò più di 100 film. Premi in carriera: nel ’56 il “San Genesio”, miglior caratterizzazione maschile in “L’opera da tre soldi” (teatro) e nel ’73 il “Nastro d’argento” come miglior attore non protagonista del film “Lo scopone scientifico”.
Giorgio Napolitano (1925), Italia, politico. Napoletano doc, fu per 60 anni protagonista della scena politica italiana, in particolare per la ‘più lunga presidenza’ della Repubblica Italiana (maggio 2006-gennaio 2015). Laureato in Giurisprudenza, nel ’45 iniziò la militanza nel PCI, al cui interno si fece portavoce dell’ala moderata, scontrandosi con le posizioni più conservatrici del partito. Deputato per 10 legislature, europarlamentare per 2, fu ministro, presidente della Camera ed è tuttora senatore a vita.
Oriana Fallaci (1929-2006), Italia, giornalista e scrittrice. Nata e morta a Firenze, visse molto negli Usa ed è considerata la più grande giornalista italiana di sempre e una delle scrittrici italiane più apprezzate del XX secolo. Partigiana a 14 anni, nel ’67 inventò la figura dell’inviato speciale, assente nel panorama giornalistico italiano, con il fronte del Vietnam. Protagonista in una professione ‘maschile’, fu famosa per le ‘domande scomode’, profonda conoscitrice del mondo islamico e intervistò i grandi della terra. Autodefinitasi atea, negli ultimi anni di vita divenne amica di Benedetto XVI, che ammirava molto. In vita pubblicò 15 libri, vendendo 20 milioni di copie nel mondo, poi ne uscirono ben 17 ‘postumi’. Dopo l’attentato alle ‘Torri Gemelle’ (11 settembre ’01), denunciò la decadenza della civiltà occidentale, destinata secondo lei a soccombere di fronte al fondamentalismo islamico.

 

Print Friendly, PDF & Email