Novi, il pasticcio della TASI

0
725

Il Comune di Novi Ligure rende noto: “In relazione al pagamento della TASI – tassa sui servizi indivisibili – si segnala che il Comune di Novi Ligure aveva previsto per il pagamento della prima rata il termine del 31 agosto. Le recenti disposizioni normative hanno poi anticipato la scadenza al 16 giugno per tutti quei Comuni che avevano già deliberato la tariffa e il bilancio, quindi anche per il nostro Comune.
Ciò ha provocato, e sta provocando nostro malgrado, grandi disagi ai cittadini. Per alleviare tale situazione:
• abbiamo potenziato al massimo che ci è possibile il servizio di assistenza prestato dall’Ufficio Tributi e dallo Sportello del Cittadino;
• abbiamo richiesto tramite l’ANCI (Associazione Nazionale Comuni Italiani) una proroga della scadenza;
• stiamo definendo con i CAAF la stipula di un accordo che impegni tali organismi anche sul fronte della TASI.

Per tutti i cittadini dotati di connessione internet si segnala, che il sito istituzionale del Comune offre la possibilità di calcolare autonomamente la tassa. È disponibile, infatti, un modello excel che definisce automaticamente l’importo da versare in base alla rendita catastale inserita. Sempre on line è possibile compilare il modello F24 editabile seguendo le istruzioni riportate.

Infine, cosa importante, l’amministrazione comunale farà ricorso a tutti i mezzi consentiti dalla legge per non applicare alcuna sanzione o interesse ai cittadini che non riusciranno ad effettuare i versamenti entro la data del 16 giugno.”

Print Friendly, PDF & Email