Nasce la “Sala della scrittura” all’Ospedale di Alessandria

0
598
hospital indoor,hallway and seats

Scrivere è viaggiare quando non puoi spostarti. E’ il tentativo di dar voce ai propri pensieri, di esprimere le proprie emozioni e raccontare la propria storia. All’ospedale alessandrino di storie se ne possono comunicare molte, e perché quindi non farlo in una sala adibita? Per questo motivo è nata la “sala della scrittura creativa”, un’iniziativa originale dedicata ai pazienti dell’Ospedale Civile di Alessandria. Si trova in un locale al terzo piano, nel reparto di Neurologia. I medici hanno affermato l’utilità terapeutica che deriva dalla creatività. E’ stato indetto un concorso: “Racconta la tua storia“, di cui il Presidente della giuria è Roberto Cotroneo, giornalista, scrittore e direttore della Scuola di giornalismo della Luiss. L’anima dei pazienti e la loro voce trovano così un reale spazio fisico dove diffondersi. Scrivere ha la capacità di far sentire meglio, aiuta a relazionarsi col mondo, ad affrontare le situazione e a riflettere su di esse. Il paziente narra la propria esperienza di malattia, comunica le proprie emozioni e le condivide: è lo scopo della medicina narrativa, in cui la città di Alessandria ora ha fatto un passo avanti. Tale metodologia è molto diffusa in Italia già da alcuni anni, sostenuta da vari medici e psicologi: l’elaborazione del racconto e la condivisione della propria storia permette al paziente di ragionare sulla propria condizione e così successivamente riuscire ad accettarla con maggiore facilità, vivendo una visione della vita meno pessimista. Inoltre, la narrazione permette il miglioramento del rapporto tra il medico e il paziente, costruendo un canale comunicativo che favorisce l’empatia e la terapia.

Cristina Gulì

Print Friendly, PDF & Email