Veterinario… quanto mi costi?

0
898

Nello scorso numero del nostro giornale abbiamo scritto circa il crescente numero di persone che rinuncia al proprio animale da compagnia a causa dell’elevato costo di spese veterinarie e di mantenimento.
C’è però chi davvero proprio non riesce ad abbandonare il proprio amico a quattro zampe, rendendosi anche disponibile a sostenere spese folli pur di salvargli la vita.
È il caso di Andrea, muratore che fino a qualche settimana fa lavorava per un’impresa edile alessandrina ed ora rimasto senza impiego, disposto a tutto pur di salvare il suo gatto, con il quale ha da sempre un legame particolare.
Preoccupato per lo stato di salute del suo animale, Andrea si è rivolto al suo veterinario, il quale ha diagnosticato un grave problema all’apparato respiratorio.
gatto-bianco-e-neroL’intervento è costato 1800 euro, spesa che è stata rateizzata, più una cifra di 40 euro mensili per la terapia senza la quale l’animale morirebbe.
Trovandosi in difficoltà economiche, Andrea ha contattato l’Enpa (Ente nazionale Protezioni Animali) per chiedere un aiuto. L’associazione ha risposto però di non potersi far carico della spesa, in quanto si occupa solo di animali abbandonati.
Da qui la proposta di Andrea: perché non creare un servizio di mutua veterinaria per gli animali? Del resto, l’omissione di soccorso per gli animali è un reato amministrativo punibile con un’ammenda che va dai 410 ai 1643 euro, che differenza c’è dal non prestare le spese veterinarie ad un animale sofferente? Un’iniziativa di questo tipo è in vigore da qualche anno a Torino, con il contributo proprio dell’Enpa, riscuotendo un buon successo.
Per accedere al servizio bastava dimostrare di appartenere ad un nucleo famigliare a basso reddito, si può così usufruire di uno sconto del 40 – 50%, oltre a diversi esami che l’animale può sostenere a titolo gratuito. Lo stesso servizio è in vigore già da parecchio tempo in diversi paesi europei, permettendo così anche a chi è in difficoltà economica di godere dell’affetto di un animale domestico.

Marcello Rossi

Print Friendly, PDF & Email