La Juventus U23 punta in alto
e la strada passa da Pontedera

0
11

La Juventus U23 ha grande fame di punti dopo l’immeritata sconfitta nel derby contro i grigi. I bianconeri stanno lì, al 5° posto, a distanza di tre punti dalla piazza d’onore.
E hanno i mezzi per imporsi, anche se non hanno mai battuto il Pontedera, tornato al successo dopo un mese di digiuno. Sull’erba sintetica del “Mannucci” i granata sono pericolosi, tenendo conto delle dimensioni del campo, un po’ più stretto del “Moccagatta”.
Squadre in campo domenica pomeriggio alle 17.30

PRECEDENTI – Sono 4 le sfide giocate. Nel ’18-’19 successi toscani al ‘Moccagatta’ (2-1, Beruatto, Tomassini, Calcagni) e al ‘Mannucci’ (1-0, Calcagni). Nel 19-20 doppio pareggio: 1-1 in Piemonte (De Cenco, Mota-Carvalho) e 0-0 in Toscana. Nessuna vittoria bianconera.

QUI PONTEDERA – E’ 12° in classifica a quota 21 dopo 6 vittorie, 3 pareggi e 6 sconfitte (gol 13-13). Viene dalla vittoria a Sesto S. Giovanni ma nelle ultime 5 gare giocate ha fatto solo 5 punti. La rosa è una delle più giovani del girone (età media 22.4 anni) e conta 26 elementi (1 solo straniero). Il tecnico è il 52enne italo-svizzero Ivan Maraia, alla 4^ stagione in panchina dopo aver fatto il vice 150 volte a Paolo Indiani. Una specie di totem granata. In questa stagione continua sul vecchio solco del 3-5-2, alternato con le varianti 3-4-1-2 e 3-4-2-1. Fuori per guai fisici Ropolo, Parodi e Benericetti.

QUI JUVENTUS U23 – La squadra è 5^ con 25 punti, viene dalla sconfitta nel derby coi grigi ma ha fatto 9 punti nelle ultime 5. In Toscana mancheranno in 9: lo squalificato Di Pardo (2^ g.) e gli infortunati Nocchi, Gozzi, Anzolin, Rosa, Leone, Del Sole, Vrioni, Marqués. Qualche problema di cambi per Zauli, che può contare comunque su elementi di grande valore tecnico e può pescare nella ‘Primavera’. Modulo 3-4-2-1.

ARBITROPontedera-Juventus U23 (domenica ore 17.30) è stata affidata all’arbitro Mattia Caldera (CO); con lui il 1° assistente Mattia Regattieri (Finale Emilia), il 2° Emanuele Spagnolo (RE) e il 4° uomo Michele Delrio (RE). Caldera, al 2° anno in C, ha un solo precedente: JU23-Arezzo 1-0 (19 gen. ’20). 

Print Friendly, PDF & Email