Andersen Festival a Sestri Levante
da domani a domenica 12 giugno

0
809

È tempo di Andersen Festival, promosso dal Comune di Sestri Levante e organizzato da Artificio 23, con la direzione artistica di Leonardo Pischedda, giunto alla sua 19° edizione, con i suoi 100 e più eventi aperti al pubblico e gratuiti. Da mercoledì 8 a domenica 12 giugno cinque intensissimi giorni di narrazioni, spettacoli, incontri, circo contemporaneo e teatro di strada, arricchiti anche quest’anno da molta grande musica.
L’incrocio di generi e molti progetti speciali,  sono tra i punti di forza di questa kermesse con artisti e compagnie dal mondo, per  migliaia di spettatori di tutte le età, che fa da cornice alla 49ªedizione del Premio H.C. Andersen Baia delle Favole di cui nella mattina di sabato 11 giugno alle 10 si svolgerà la cerimonia di premiazione.
Testimonial del Premio 2016 è Neri Marcorè, artista eclettico, capace di coniugare e riassumere mondi assai diversi fra loro: il teatro, la musica, la televisione, la radio… tutti accomunati da un grande tema, quello della PASSIONE, che è anche il filo conduttore di Andersen Festival 2016: dal patire, essere passivi, alla passione smodata esiste un arco di possibilità che ogni individuo attraversa, e deve imparare a gestire per affrontare la crescita e l’approdo all’età adulta. Una materia assai viva con la quale si cerca un equilibrio per tutta la vita. Nel suo intervento, sabato 11 alle ore 21.30, dal titolo Musicofilia, Neri Marcoré racconta il proprio rapporto con la regina delle arti, la musica: “La musica accompagna ogni momento di vita e pervade ogni settore artistico: la recitazione ad esempio è costituita da ritmo, pause, toni, accenti, accelerazioni… Non si può fare a meno né prescindere dalla musica.”
E il testimonial della passata edizione, Ambra Angiolini, torna quest’anno nelle vesti di madrina, e con una narrazione, venerdì 10 giugno alle ore 21.30, intitolata Sii bella e stai zitta: un atto di resistenza, che attraverso le parole di Michela Marzano e la musica degli Gnu Quartet racconta della mercificazione del corpo femminile nei mezzi di comunicazione e della condizione lavorativa delle donne. La filosofia può diventare un’arma efficace, un mezzo per affrancarsi dal potere; intesa nel senso originario, una passione (ecco il fil rouge) per la conoscenza che rende libero l’essere umano.

 

Il programma del Festival è disponibile sul sito: www.andersenfestival.it

INFO – Ufficio stampa: Maria De Barbieri> mariadebarbieri@yahoo.it; 349-5073400
Valeria Pistarino> valeria.pistarino@gmail.com; 328-4240815
Marzia Spanu> spanumar@gmail.com; 335-6947068

Print Friendly, PDF & Email