La tratta Casale – Vercelli andrà in gara con le altre linee regionali

0
600

Due incontri in meno di una settimana per discutere della linea ferroviaria Casale – Vercelli. Il sindaco di Casale Monferrato, Giorgio Demezzi, prosegue nella battaglia per riaprire la tratta con riunioni e colloqui serrati, coinvolgendo tutti gli enti che potrebbero portare a una soluzione della vicenda.

Se mercoledì scorso, 18 settembre, la Casale – Vercelli fu portata sul tavolo della discussione durante un incontro con il presidente della Regione Piemonte Roberto Cota dedicato alla chiusura del Tribunale monferrino, ieri, 24 settembre, si è discusso esclusivamente del collegamento ferroviario.

Per la Regione Piemonte erano presenti, oltre ai tecnici, il vice presidente, con delega al Bilancio, Gilberto Pichetto Fratin, l’assessore agli Enti Locali, Riccardo Molinari, e il consigliere Marco Botta. Per la Provincia di Alessandria il vice presidente Gian Franco Comaschi e per quella di Vercelli l’assessore ai Trasporti Massimo Basso.

«La settimana scorsa – ha ricordato il sindaco Demezzi – sono riuscito a ottenere questo incontro urgente riunendo tutti gli enti interessati: la Regione Piemonte e le Province di Alessandria e Vercelli. Le questioni discusse sono state la ricerca di fondi per la riattivazione della Casale – Vercelli e la nascita del collegamento Casale – Mortara – Milano».

Per la Casale – Vercelli si è appreso che per riattivare la linea fino alla fine del 2013 necessiterebbero circa 300 mila euro, dal punto di vista economico, e un mese e mezzo di tempo, dal punto di vista tecnico: «Dal punto di vista economico, le due Province – ha spiegato Giorgio Demezzi – hanno sottolineato come, soprattutto in questi ultimi mesi dell’anno, siano in forte sofferenza proprio sui trasporti, dovendo già fare i salti mortali per garantire le corse del sabato. Discorso molto simile è stato fatto dalla Regione Piemonte. Oltre tutto, se la riattivazione avrà tempi così lunghi, credo sia necessario concentrarsi sul prossimo anno».

Su questo aspetto, il sindaco Demezzi ha puntato sull’inserimento della tratta nella gara che da gennaio sarà predisposta per un servizio integrato ferro – gomma a livello regionale, che coinvolgerà alcune linee soppresse, ma da cui era stata esclusa la Casale – Vercelli.

«Ho avuto ampie rassicurazioni, e vigilerò attentamente su questo, affinché la nostra linea entri, con un’apposita delibera, nella gara che la Scr Piemonte (la società che gestisce le procedure di scelta degli appaltatori pubblici regionali) predisporrà per affidare un nuovo servizio integrato. Servizio che ad oggi comprende le tratte Pinerolo – Torre Pellice, Alessandria – Ovada e Novara – Varallo. Sarà una gara da circa 6 milioni di euro all’anno», ha sottolineato il primo cittadino.

Una novità che, annunciata anche da un comunicato stampa della Regione Piemonte, il sindaco Demezzi riferirà già oggi alla Capigruppo e, nei prossimi giorni, ai Sindaci del territorio: «In questo momento nessun ente superiore al Comune ha i fondi necessari a ripristinare la linea, bisogna prenderne atto. Ma questo non siginifica che mi fermerò: come ho dimostrato, con caparbietà continuerò a percorrere tutte le strade possibili affinché il collegamento tra Casale e Vercelli torni a ricoprire l’importanza che merita».

Sul progetto di collegamento Casale – Milano attraverso Mortara, invece, i tecnici della Regione Piemonte hanno spiegato che sta proseguendo il lavoro sinergico con la Regione Lombardia per giungere al più presto a un accordo: «Un collegamento diretto tra Casale Monferrato e Milano, soprattutto in vista dell’Expo 2015, può essere un valore aggiunto per il nostro territorio, che si troverebbe all’interno di un circuito economico – turistico di carattere internazionale. Un’occasione da non perdere», ha concluso il sindaco Giorgio Demezzi.

Print Friendly, PDF & Email