Mercoledì 17 giugno, 169° giorno
dell’anno, 25^ settimana. Alla fine del 2020 mancano 197 giorni (bisestile)

0
1147
Il 'cannibale' Eddy Merckx , oggi 75enne, in azione con la maglia gialla del Tour de France

FRASE DEL GIORNO – La mia comicità non è mai stata astratta, gratuita. L’ho sempre ricalcata sulla realtà del momento. (Alberto Sordi)

SANTI DEL GIORNO – Sant’Adolfo (Vescovo), Santi Nicandro e Marciano (Martiri), San Ranieri di Pisa, Sant’Antidio (Vescovo e Martire), Sant’Avito (Abate), Sant’Erveo (Hervè, Abate e Eremita in Bretagna), Sant’Imerio di Amelia (Vescovo), Santa Valeriana e compagne (Martiri).

EVENTI DEL GIORNO – Nel 1905 in volo il 1° dirigibile italiano. Circa 150.000 lire la cifra che occorse allo scienziato Almerico da Schio per mettere assieme i pezzi, fatti arrivare da varie parti d’Europa, con cui costruì l’Aeronave Italia.
Nel 1970 Italia-Germania Ovest 4-3. ‘La partita’ del XX secolo, semifinale dei Mondiali in Messico, giocata allo stadio Azteca. L’Italia giocò con: Albertosi, Burgnich, Facchetti; Bertini, Rosato, Cera; Domenghini, Mazzola, Boninsegna, De Sisti, Riva.
Nel 1972 lo Scandalo Watergate. Un vigilante scoprì 5 scassinatori in azione nella sede del partito democratico al Watergate Hotel di Washington, ma non fu un banale tentativo di furto, bensì una vera e propria azione di spionaggio orchestrata dallo staff del presidente Richard Nixon (repubblicano), poi costretto alle dimissioni.
Nel 1983 arrestato Enzo Tortora. Alle 4 del mattino i Carabinieri bussarono alla porta del noto presentatore TV, all’Hotel Plaza di Roma. Per lui scattarono le manette con l’accusa di associazione per delinquere finalizzata al traffico di droga. Per Tortora, all’apice della carriera, iniziò una lunga odissea giudiziaria che si concluse 4 anni più tardi con la piena assoluzione. Si scoprì che il castello di accuse reggeva su un cognome, Tortona, trovato nell’agendina rossa di un camorrista e confuso con quello del presentatore.
Nel 2001 il 3° scudetto della Roma. I due risultati importanti dell’ultima giornata del campionato furono le vittorie casalinghe della Juve di Ancelotti (2-1 all’Atalanta) e quella della Roma di Capello (3-1 sul Parma di Buffon e Cannavaro). I marcatori della ‘vittoria scudetto’ furono Totti, Montella, Batistuta e, per i ducali, Di Vaio.
Nel 2012 6° scudetto di fila per il Siena basket. La Mens Sana Siena, prima nella stagione regolare, superò Milano 4-1 Milano in finale, al meglio delle 7 partite. Il risultato di 84-73 confermò in dominio senese (6° scudetto consecutivo) e nella festa ci fu grande commozione per l’addio di buona parte del ‘roster’ e di coach Simone Pianigiani.

NATI FAMOSI – Igor Stravinsky (1882-1971), Russia, musicista e compositore. Fra i più illustri del ‘900, come pianista e direttore d’orchestra fu indicato tra i maestri della musica universale. Nato a Lomonosov, in Russia, e morto a New York, ricorse a vari generi musicali alternando stili diversi e innovò la musica del balletto attraverso il recupero di tradizioni del passato, tra loro lontane. La popolarità presso il grande pubblico si deve a 3 balletti che reinventarono il genere, composti durante il periodo ‘russo’: “L’uccello di fuoco” (1910), “Petruška” (1911) e “La sagra della primavera” (1913).
Maurits Cornelis Escher (1898-1972), Olanda, incisore e grafico. Nato a Leeuwarden, visse per molti anni in Italia. Fu artista geniale che combinò nelle sue opere, soprattutto litografie e incisioni su legno, creatività, forme geometriche, illusioni ottiche, architetture da capogiro e mondi impossibili.
Eddy Merckx (1945), Belgio, ex-ciclista. Nato a Meensel-Kiezegem, dominò gli anni ’60 e ’70 vincendo 5 Tour de France, 5 Giri d’Italia, 1 Vuelta di Spagna, 4 Mondiali (1 da dilettante), 7 Milano-Sanremo, 2 Giri delle Fiandre, 3 Parigi-Roubaix, 5 Liegi-Bastogne-Liegi e 2 Giri di Lombardia. Il 25 ottobre ’72 stabilì il record dell’ora, percorrendo 49,431 km, primato battuto solo nell’84 da Francesco Moser. Nel ’74 fece ‘tripletta’ (Giro-Tour-Mondiale) e per 7 anni consecutivi (’69-’75) conquistò il ‘Super Prestige Pernod’, una sorta di coppa del mondo a punti su strada. Per quanto concerne l’attività su pista, oltre al primato dell’ora vinse anche 17 volte una “Sei Giorni”.  Soprannominato ‘il cannibale’, è considerato il più grande ciclista di sempre.

Print Friendly, PDF & Email