Mercoledì 1° luglio, 183° giorno
dell’anno, 27^ settimana. Alla fine del 2020 mancano 183 giorni (bisestile)

0
1288
Lo stile di corsa, pressoché perfetto, dell'ex campione di atletica Carl Lewis, oggi 59enne

FRASE DEL GIORNO Sono uno spirito libero. Ad alcuni non piace, ma io sono fatta così. (Diana Spencer)

SANTI DEL GIORNO – Sant’Aronne (Fratello di Mosè, protettore dei fabbricanti di bottoni), Santa Ester (Regina), San Nicasio Camuto de Burgio (Cavaliere di Malta, Martire), San Teodorico di Mont-d’Or (Abate), San Teodorico di St. Evroult (Abate),  Sant’Eutizio (Euticio, Martire in Umbria), Sant’Oliviero Plunkett (Vescovo e Martire),  Santi Casto e Secondino (Vescovi e Martiri).

EVENTI DEL GIORNO – Nel 1903 il 1° Tour de France. Con la tappa Parigi-Lione iniziò ‘La Grande Boucle’, grande corsa a tappe che, ogni anno a luglio, attira l’attenzione degli sportivi di tutto il mondo. Partirono in 60, arrivarono in 21. Vinse Maurice Garin. In questo 2020, vista l’emergenza ‘coronavirus’, si correrà del 29 agosto al 20 settembre. Forse.
Nel 1908 adottato ufficialmente l’SOS. Sostituì il vecchio CQD perché era molto semplice da trasmettere nel codice Morse (3 punti, 3 linee, 3 punti) e quindi facilmente comprensibile anche per i meno esperti. Si diffuse molto dopo la tragedia del ‘Titanic’.
Nel 1967 introdotto in Italia il CAP. Il Codice di Avviamento Postale fu ideato per agevolare lo smistamento della corrispondenza. Formato da 5 cifre indicanti le aree territoriali, il codice, tuttora in uso, fu poi diversificato per provincia e per comune.
Nel 1979 Sony lanciò il walkman. Rivoluzionò il modo di ascoltare musica dei giovani, anche se oggi farebbe inorridire un teenager qualsiasi: quella scatola di plastica sarebbe troppo ingombrante. Ma allora fu una conquista.
Nel 2005 la leva diventò volontaria. In questa data fu pubblicato il Decreto-Legge che pose fine, in Italia, al servizio militare obbligatorio; prima di questa data tutti i cittadini maschi, a 18 anni, avevano l’obbligo del servizio militare dopo la visita di idoneità.

NATI FAMOSI – Sydney Pollack (1934-2008), Usa, regista. Fra i migliori registi del XX secolo, fu scopritore di talenti come Robert Redford. Nato a Lafayette (Indiana), debuttò come regista TV, ma i successi arrivarono grazie al cinema: da “Corvo rosso non avrai il mio scalpo” (’72) a “Tootsie” (’82, vinse 1 Oscar su 9 nomination) fino al capolavoro “La mia Africa” (’85, vinse 7 Oscar ed ebbe altre 4 nomination).
Diana Spencer (1961-1997), Inghilterra, principessa. Nata a Sandringham, viene ricordata come ‘Lady D’. Quartogenita dei Visconti Spencer, sposò nell’81 Carlo d’Inghilterra (figlio di Elisabetta II ed erede al trono) e divenne principessa del Galles, titolo che mantenne anche dopo il divorzio dal marito, in quanto madre del futuro re; un fatto mai accaduto nella famiglia reale britannica. Morì il 31 agosto ’97 a Parigi, in un terribile incidente automobilistico che costò la vita anche al suo compagno Dodi al-Fayed e all’autista. Al funerale pubblico, celebrato tra una folla oceanica e seguito in TV da tutto il mondo, Elton John le dedicò il brano “Candle in the Wind”
Carl Lewis (1961), Usa, ex atleta. Nato a Birminghan (Alabama) come Frederick Carlton Lewis, detto ‘Carl’, fu velocista e saltatore. Soprannominato “il figlio del vento”, vinse in tutto 9 ori e 1 argento Olimpici, 8 ori, 1 argento e 1 bronzo Mondiali, 2 ori e 1 bronzo Panamericani. Il culmine lo raggiunse alle Olimpiadi di Los Angeles ’84, dove arrivò da gran favorito e vinse 100 e 200 m, staffetta 4×100 e salto in lungo. In quest’ultima specialità vinse 4 volte di fila le Olimpiadi: ’84, ’88, ’92 e ’96.
Pamela Anderson (1967), Canada, modella e attrice. Con le sue forme esplosive fu l’icona sexy degli anni ’90 ed ebbe ben 14 copertine di “Playboy”. Nata a Ladysmith, naturalizzata Usa, nel ’92 divenne la star del telefilm “Baywatch”. Non ebbe altre performance di rilievo al cinema, ma fu popolare come reginetta delle cronache rosa.
Liv Tyler (1977), Usa, attrice e modella. Americana di New York, figlia di Steven Tyler degli Aerosmith, iniziò come modella e divenne celebre col video di “Crazy” (’94), canzone della band del padre. Lì si aprirono le porte del cinema, dove raggiunse la fama nel ’96 con  “Io ballo da sola” di Bertolucci. Nota anche per “Armageddon” (’98) e i 3 capitoli della saga “Il Signore degli Anelli” (’01, ’02, ’03), recitò nella serie TV “The Leftovers” e nel ’19 fu nel cast del fantascientifico “Ad Astra – Missione classificata”, in Italia lo scorso settembre.

Print Friendly, PDF & Email