8 C
Alessandria
venerdì, Gennaio 28, 2022

Il Comune non ha i soldi per far partire in tempo le mense scolastiche e lo scuolabus

TORTONA:

Il primo giorno di scuola è stato un disastro per molti genitori che hanno avuto l’amara sorpresa di apprendere che le mensa scolastica nelle scuole materne ed elementari della città verrà attivata solo da lunedì 26 settembre e nella stessa data partirà il servizio del pre-scuola; mentre per vedere in funzione il trasporto alunni bisognerà aspettare addirittura il 3 ottobre.

Ma non finisce qui: l’ultimo servizio extrascolastico offerto dal Comune cioè la “Casa dei bambini” prenderà il via in data da destinarsi.

Una situazione disastrosa quella dei servizi estrascolastici offerti dal Comune di Tortona che ha scatenato vibranti polemiche in tutte le scuole della città; soprattutto alle elementari. In altra parte del giornale pubblichiamo due delle diverse lettere di protesta giunte in redazione che rendono l’idea di come i genitori tortonesi abbiano accolto la notizia.

A dire il vero; il Comune di Tortona ha provveduto ad avvisare le famiglie dei ritardi con cui sarebbero partiti i servizi extrascolastici; pubblicando sul suo sito internet le date in cui avrebbero preso il via; ma senza spiegare il motivo di questi ritardi; dovuto principalmente alla mancanza di soldi da parte del Comune di Tortona.

La conferma arriva direttamente dall’assessore ai servizi sociali; Laura Castellano; che molto onestamente ammette il problema.

“Purtroppo- dice – siamo in una fase di transizione. Le mense scolastiche; il trasporto alunni; ed altri servizi di assistenza scolastica; ad oggi; sono gestiti dalla società A.T.M.; partecipata del comune di Tortona; che è oggetto di un complesso piano di riorganizzazione. E quando si è in situazioni di transizione si corre il rischio – ed è quanto accaduto – di partire con qualche problema organizzativo. A questo punto bisogna aggiungere che siamo in un momento di forte difficoltà degli enti pubblici che si trovano costantemente a dover fronteggiare carenze di risorse; anche finanziarie.”

“Vorrei però precisare – puntualizza l’assessore Castellano – che solo la scorsa settimana è stato possibile convocare la consueta riunione con i dirigenti scolastici per definire l’allineamento dei servizi comunali alle richieste ed esigenze delle scuole e delle famiglie. In altre parole l’amministrazione comunale è consapevole di aver richiesto un sacrificio alle famiglie in queste due settimane; ma tale scelta è stata obbligata dalle circostanze”

Una spiegazione che comunque non piacerà ai cittadini che l’anno scorso si sono visti applicare l’aumento di 20 euro di tassa di iscrizione per ogni servizio e quest’anno; malgrado i 20 europagati per le iscrizionidel nuovo anno scolastico; non hanno ancora potuto usufruirne.

0 0 voti
Valutazione articolo
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti
- Advertisement -

Popolari

Social

4,523FansMi piace
3,520FollowerSegui
2,512FollowerSegui
Zapping sfoglia PDF online
Zapping Casa sfoglia PDF online
Zapping da Leggere sfoglia PDF online

Ultimi articoli

0
Vorremmo sapere cosa ne pensi, scrivi un commento.x
()
x