Domani in piazza Libertà con la Polizia di Stato per combattere la violenza sulle donne

0
859

In occasione della “Giornata Mondiale contro la Violenza sulle Donne” indetta dall’Onu che ricorre ogni 25 Novembre e, nell’ambito delle iniziative di prevenzione e contrasto del fenomeno messe in atto dalla Polizia di Stato, si rende necessario illustrare le nuove prassi operative in materia di violenza di genere e le metodologie d’azione applicabili negli episodi che coinvolgono vittime vulnerabili.

 

Si tratta di un approccio globale di intervento che deve affiancare ed accompagnare la persona offesa in ogni fase del suo difficile percorso e che implica un impegno “orientato” da parte delle forze dell’ordine, atto ad assicurare un contributo qualificato all’affermazione di una cultura fondata sulla parità di genere.

“Informare, garantire la centralità delle vittima, ascoltare e proteggere, farsi carico, fare rete – quali aspetti qualificanti dell’intervento di polizia – diventano assi strutturali di un intervento che non può essere circoscritto all’attività negli uffici di polizia, ma deve necessariamente assumere una dimensione esterna che caratterizzi la presenza della Polizia di Stato in ogni contesto della vita civile.

 

Nei due anni della prima fase del progetto “ QUESTO NON è AMORE” promosso dalla Direzione Centrale Anticrimine del Dipartimento di P.S., a cui hanno aderito 22 questure, sono state quasi 80 mila le vittime di violenza che si sono rivolte alla Polizia.

Dal 19 novembre 2018 si è dato avvio ad una nuova fase dell’iniziativa permanente alla quale hanno aderito 83 questure, tra cui Alessandria.

 

Nel capoluogo, per sensibilizzare l’opinione pubblica su una maggiore consapevolezza e per combattere la violenza sulle donne, il personale della Questura di Alessandria sarà presente,domani, in Piazza della Libertà, con camper, stand informativi ed operatori specializzati per dare informazioni e per raccogliere le testimonianze di chi, spesso, ha ancora esitazione a denunciare o a varcare la soglia di un ufficio di Polizia.

 

Accanto al personale della Squadra Mobile, della Divisione Anticrimine e dell’Ufficio denunce saranno presenti, inoltre, una rappresentanza del locale centro antiviolenza “me.dea”, rappresentanti del  locale Consorzio Servizi Sociali C.I.S.S.A.C.A., personale dell’Azienda Ospedaliera Nazionale S.S. Antonio e Biagio e Cesare Arrigo nonché della Struttura di Psicologia (SSD), che già in altre occasioni hanno rappresentato preziose risorse per lo sviluppo di iniziative di settore, integrando per gli aspetti di specifica competenza, l’attività del personale della Polizia di Stato.

Il tutto avverrà alla presenza di una testimonial d’eccezione, personaggio di spicco e nota conduttrice della Televisione Italiana.

Print Friendly, PDF & Email