Cresce il successo del Premio Acqui Storia

0
241

Un docente di Sociologia dei fenomeni politici nella Facoltà di Lettere e Filosofia dell’Università di Roma “Tor Vergata” ha conquistato le Giurie del Premio Acqui Storia; vincendo la 43 edizione del Premio. Alessandro Orsini ha vinto nella sezione storico-scientifica con il volume “Anatomia delle Brigate rosse”. Marco Patricelli; che insegna Storia dell’Europa contemporanea all’Università G. d’Annunzio di Chieti ed è consulente del TG1 Storia e di EstOvest (RAI 3); si è aggiudicato il premio per la sezione storico-divulgativa con il volume “Il volontario” che ripercorre la storia vera del tenente di cavalleria Witold Pilecki che; evaso rocambolescamente da Auschwitz è finito processato e ucciso nell’immediato dopoguerra dal regime comunista polacco Antonio Pennacchi; scrittore; con il volume Canale Mussolini; si aggiudica il Premio nella sezione istituita a partire dalla scorsa edizione dedicata al romanzo storico; che onora la memoria dello scrittore Marcello Venturi; fondatore del Premio Acqui Storia. L’opera; con la quale Pennacchi ha già vinto il Premio Strega 2010; si presenta come un denso romanzo che racconta in prima persona la storia dei Peruzzi; una delle tremila famiglie che nel 1932 si trasferirono dal nord Italia al Sud; un esodo; un’emigrazione interna di senso inverso a quelle che sarebbero avvenute; alcuni decenni più tardi; durante il boom economico alla fine degli anni cinquanta. La giuria ha dovuto scegliere tra 128 volumi e continua a registrare una costante crescita; tanto che l’Acqui Storia; si è arricchito di sezioni speciali come “il Testimone del Tempo” e “La Storia in TV”. Il riconoscimento speciale “Testimone del Tempo 2010” premia tre figure di straordinario rilievo nel panorama culturale e artistico contemporaneo: Sandro Bondi; Vittorio Messori; Massimo Ranieri. “La Storia in TV” 2010 vuole rendere un significativo omaggio alla prestigiosa carriera di Folco Quilici; documentarista storico-scientifico; per i suoi eccezionali meriti in campo giornalistico e televisivo riconfermati dalla sua ultima realizzazione cinematografica “L’ultimo volo” incentrato sulla tragica fine di Italo Balbo in Libia. Il Premio speciale; rappresentato da una medaglia Presidenziale; assegnata al Premio dal Capo dello Stato Giorgio Napolitano; è stato conferito a Ennio Di Nolfo quale riconoscimento all’intera sua carriera di insigne storico e docente universitario; sottolineando l’impegno profuso nella ricerca e divulgazione storica; impegno rinnovato nel volume La gabbia infranta. Gli Alleati e l’Italia dal 1943 al 1945; Editori Laterza (firmato a quattro mani con l’Ambasciatore Maurizio Serra) con il quale ha partecipato alla corrente edizione del Premio Acqui Storia.

Print Friendly, PDF & Email