Sabato 15 giugno, 166° giorno
dell’anno, 24^ settimana. Alla fine
del 2019 mancano 199 giorni

0
445
Alberto Sordi, uno dei più grandi attori italiani di sempre, è nato il 15 giugno 1920

FRASE DEL GIORNO – La nostra realtà è tragica solo per un quarto: il resto è comico. Si può ridere su quasi tutto. (Alberto Sordi)

SANTI DEL GIORNOSan Vito (Adolescente Martire, protettore di attori, ballerini, epilettici e lattonieri), Santa Germana Cousin (Vergine),  Sant’Amos (Profeta), San Bernardo di Aosta (di Mentone), San Landelino (Abate), San Lotario di Seez (Vescovo), Sant’Abramo di St-Cirgue (Monaco),  Sant’Esichio di Durostoro (Martire), Sant’Isfrido di Ratzeburg (Vescovo), Santa Benilde di Cordova (Martire).

EVENTI DEL GIORNO – Nel 1864 venne fondata la Croce Rossa Italiana. ‘Comitato dell’Associazione Italiana per il soccorso ai feriti ed ai malati in guerra’: con questo nome nacque a Milano, per iniziativa del “Comitato Medico Milanese”, la Croce Rossa Italiana.
La missione del nuovo soggetto, presieduto da Cesare Castiglioni, cominciò con l’iniziativa di portare i rappresentanti di 16 Stati europei a sottoscrivere la Convenzione di Ginevra (22 agosto 1864). Per la prima volta si riconobbe il diritto al soccorso dei feriti di guerra, sia civili che militari. In quella stessa data si decise di distinguere i volontari con uno stemma: una croce rossa in campo bianco, il simbolo ufficiale della Croce Rossa Internazionale.
Nel 1926 venne inventata la bomboletta spray. L’artefice fu il chimico nerovegese Erik Rotheim, che vendette il brevetto ad un’azienda statunitense. Nel 1939 Julian Seth Kahn produsse la prima bomboletta spray. Il contenitore, in banda stagnata o alluminio, contiene un liquido la cui espulsione avviene grazie ad un gas liquefatto, con lo scopo di diffondere il contenuto della bomboletta sotto forma di aerosol. Una delle prime applicazioni importanti dell’invenzione avvenne durante la seconda guerra mondiale, quando fu approntato uno spray destinato a diffondere insetticida contro gli  insetti portatori della malaria. Nel 1949  Edward Seymour introdusse per la prima volta la vernice nelle bombolette spray.

NATI FAMOSI – Alberto Sordi (1920-2003), Italia, attore. L’essere italiano nel bene e nel male. È stata la cifra distintiva della cinquantennale carriera di attore e regista dell’Albertone nazionale, tra i maggiori interpreti della commedia all’italiana. Nato a Trastevere, Sordi visse la romanità come un tratto imprescindibile della sua personalità artistica, dando continuità alla grande tradizione capitolina iniziata con Aldo Fabrizi e Anna Magnani. Dopo gli esordi come doppiatore negli anni ’30, durante i quali prestò la propria voce a Oliver Hardy del famoso duo comico Stanlio & Ollio, passò alla radio e rivista e poi al cinema, raggiungendo la fama tra il 1952 e il 1955 con personaggi che incarnavano i vizi dell’italiano medio. Gli anni ’60 e ’70 lo consacrarono come attore completo, capace di alternare parti di grande intensità drammatica ad altre di geniale comicità.
Vinse 11 David di Donatello e 1 Leone d’oro alla carriera nel 1995. Malato di tumore ai polmoni, Sordi morì la sera del 24 febbraio 2003, all’età di 82 anni, nella sua casa.
La salma, imbalsamata, venne traslata al Campidoglio, dove per 2 giorni ricevette l’omaggio ininterrotto di una folla immensa. Il funerale solenne, a S. Giovanni in Laterano, fu seguito da 250.000 persone. ‘Albertone’ riposa nella tomba di famiglia, presso il cimitero monumentale del Verano e l’epitaffio sulla sua lapide recita: ‘Sor Marchese, è l’ora’, battuta ripresa da uno dei suoi film più famosi, “Il Marchese del Grillo”.
Johnny Hallyday (1943-2017), Francia, cantante. Nato a Parigi, fu figura di punta della musica rock francese, con più di 100 milioni di dischi venduti in tutto il mondo. Il suo maggiore successo in Italia fu “Quanto t’amo” (Que je t’aime), ma interpretò anche alcune canzoni di Adriano Celentano, ad esempio “24.000 baci” (24.000 baisers).
Helen Hunt (1963), Usa, attrice. Nata a Culver City, (sud California), nel 1998 vinse, grazie al film “Qualcosa è cambiato”, Oscar, Emmy e Golden Globe, unica a farlo dopo Liza Minnelli (1973). Recitò anche in “Il dottor T e le donne” (con Richard Gere), “Cast Away” (con Tom Hanks) e “What Women Want – Quello che le donne vogliono” (con Mel Gibson).

 

Print Friendly, PDF & Email