In Vino Veritas

0
412

Questo mese dedichiamo questo nuovo spazio enologico al più famoso vitigno bianco del Piemonte, il Cortese, da cui nasce un vino straordinario, il Gavi docg.
Questo vino è reso speciale grazie al terreno, al microclima e alla brezza marina che soffia lievemente nella parte sud-orientale del Piemonte, terra di confine con la Liguria. In particolare, vi voglio parlare del Gavi “Vigna del Lago” dell’azienda agricola Valditerra Laura, situata a Monterondo vicino Novi Ligure. Vigna del Lago è un Gavi moderno, gradevole ma prodotto nel rispetto della tradizione e secondo me con un’ottima qualità prezzo. Alla vista il colore giallo-paglierino è quello tipico del Gavi, All’olfatto presenta un profumo fresco, fruttato e intenso e al gusto appare assolutamente equilibrato tra il secco e il leggermente acidulo, perfetto come aperitivo o abbinato ad antipasti di mare o verdure e con il pesce, da provare tuttavia il binomio con le minestre e zuppe di pesce.

a cura di: Elisa Baldizzone
Enotech ‘House di Strevi

[divide style=”3″]

Il parere dell’ agronomo

Il primo documento che testimonia l’esistenza del Gavi risale al 3 giugno 972 ed è conservato nell’Archivio di Stato di Genova.
La zona di produzione del GAVI DOCG che conta 11 comuni: Bosio, Capriata d’Orba, Carrosio, Francavilla Bisio, Gavi, Novi Ligure, Parodi Ligure, Pasturana, San Cristoforo, Serravalle Scrivia e Tassarolo. Il disciplinare delimita la zona di produzione a circa 1.450. I vigneti dove viene prodotto il Gavi docg “Vigna del Lago” si trovano in collina e l’ altitudine si aggira intorno ai 220 metri s.l.m. con clima temperato e buona escursione termica tra il giorno e la notte, 
i terreni sono tufacei, tessitura argilloso limoso, calcareo. Il sistema di allevamento usato è il Guyot con una densità di impianto di 5000 ceppi/ha e
con una resa di uva di 95 q.li/ha di cortese.

Alessandro Marrucchi – Banfi di Strevi

Print Friendly, PDF & Email