Cercare lavoro on line

0
241

Trovare lavoro sembra essere diventato un lusso. Bussare alle porte per consegnare curricula non è più sufficiente; le offerte di lavoro sono poche, difficili da trovare e la fortuna sembra essere diventata l’unica speranza. In questo contesto si collocano svariati siti internet che offrono la possibilità di cercare e, si spera, trovare lavoro, ma numerose sono le truffe che si nascondono dietro ad essi. Spesso partono da annunci che fingono di offrire un lavoro, ma, in realtà, nascondono stratagemmi volti ad estorcere denaro o a sfruttare il malcapitato della situazione. Ma come si riconoscono gli annunci di lavoro-truffa? Per tutelarsi ed evitare queste fregature, vi sono diversi campanelli d’allarme che possono essere riconosciuti: l’annuncio è pubblicato illegalmente in forma anonima; non viene comunicata con chiarezza la natura del lavoro; l’annuncio riporta solo un numero di cellulare, o un indirizzo di posta elettronica generico e non aziendale; è richiesto di far fronte a spese iniziali prima di iniziare il lavoro; non si riesce a capire il nome dell’azienda; chi ha pubblicato l’annuncio manifesta comportamenti “sospetti”. Quando si è di fronte ad annunci di questo tipo, non necessariamente si sta avendo a che fare con truffe e fregature, ma è bene dubitare e ponderare. Per difendersi da questo tipo di minacce è utile informarsi sull’azienda e cercarne il nome online, associandolo alle parole “truffa”, “multi level marketing”, “network marketing”; chiedere chiarimenti all’azienda stessa in merito al lavoro offerto; disporre di una copia del contratto prima di cominciare qualsiasi incarico.Chi chiede i dati personali è obbligato, per legge, a mostrare una copia dell’informativa sulla privacy, che deve riportare tutti i dati del responsabile. Ciò detto, non pensiate che dietro ad ogni annuncio si nasconda una truffa, ma è indispensabile ricordare che, in quest’ambito, vige la regola: “Fidarsi è bene, non fidarsi è meglio”.

Giada Guzzon

Print Friendly, PDF & Email