Tennis: Donati fermo fino a febbraio
per ripartire all’inseguimento della ‘Top 100’

0
1905

Un mese fermo. Matteo Donati, il miglior tennista alessandrino in attività, dopo l’infortunio di Melbourne che lo ha costretto al ritiro nel primo turno di qualificazione dello Slam australiano, dovrà curarsi fino alla prima settimana di febbraio prima di riprendere gli allenamenti. E’ consentita solo qualche ‘corsetta’, ma niente di pesante.
“E’ un vero peccato, perchè questo infortunio è arrivato proprio ad inizio stagione, e di fatto prolunga la mia assenza dai campi. E’ da ottobre che non gioco e il buon lavoro effettuato nella fase di carico faceva ben sperare per la stagione 2017, anno in cui ho nel mirino l’avvicinamento della ‘Top 100’ ATP. Se poi la raggiungo o meno si vedrà a fine stagione”.

Un obiettivo ambizioso, non c’è che dire, ma d’altronde il ragazzo ha solo 22 anni (il prossimo 28 febbraio, ndr), è n. 10 d’Italia e soprattutto n. 210 del mondo, secondo la ‘classifica mobile’ dell’ATP. Ma sente che la ‘Top 100’ è alla sua portata e, vista la giovane età, è convinto che prima o poi ci arriverà. Sarebbe il terzo tennista alessandrino di tutti i tempi a riuscirci (classifica in fondo).
“Ne approfitto per curarmi – sottolinea Matteoquesto stop obbligato mi ha convinto, d’accordo con il mio coach Massimo Puci (Tennis Club Bra, circolo per cui è tesserato) a procedere con alcune soluzioni per curare il fastidioso risentimento muscolare all’ileocostale che mi provoca il mal di schiena continuo e che mi condiziona il servizio e il dritto. Rimango ad Alessandria, così ne approfitto per stare di più con la famiglia e con la fidanzata”.
Psicologicamente come stai? “Tutto sommato bene, sono carico per la stagione e per l’obiettivo. Certo che ogni tanto un po’ di fastidio per la situazione mi prende, ma sono solo attimi che passano in fretta, e stare in famiglia mi aiuta”.

Ecco ora la classifica ‘all-time’ dei migliori  tennisti alessandrini, che prende in considerazione il miglior piazzamento ATP in carriera sia di singolare che di doppio:
1) Corrado Barazzutti (7 singolo-372 doppio) ritirato; 2) Cristiano Caratti (26-148) ritirato; 3) Matteo Donati (159-234) in attività; 4) Roberto Lombardi (221-965) deceduto; 5) Edoardo Eremin (292-545) in attività; 6) Fabio Beraldo (354-350) ritirato; 7) Nicola Canessa (579-n.d.) ritirato; 8) Jacopo Marchegiani (876-562) in attività.
Va considerato a parte Carlo Gorla Salvaneschi, per tutti ‘Ciccio’, classificato 1^ categoria negli anni ’60 e riserva in Coppa Davis ai tempi di Gardini, Sirola, Merlo e Pietrangeli, ma non sono disponibili le classifiche internazionali di allora perché istituite dopo.

Print Friendly, PDF & Email