Gonzalez fa il rigore, Vannucchi lo para
L’Alessandria soffre, vince ed è prima da sola

0
976

Gonzalez, sempre lui. Il ‘cartero’ consegna un altra raccomandata, questa volta da undici metri e l’Alessandria vola. Ma deve dividere i meriti col collega portiere, Vannucchi, che ha fermato un pallone da undici metri che poteva segnare l’1-1, risultato che, forse, sarebbe stato più aderente a ciò che si è visto. La gara con la Lucchese non è stata una passeggiata, anzi. La velocità e l’aggressività della formazione di Galderisi, unita ad un terreno di gioco improponibile, più simile ad un campo di patate che ad un prato, ha messo in difficoltà i grigi, che han dovuto fare di necessità virtù adattandosi alla situazione, con un avversario che provava ad intimidire con falli continui. Meno male che l’arbitro ha tollerato poco, spezzettando molto il gioco e mostrandosi piuttosto deciso, soprattutto nell’occasione dei due rigori: il mani di Florio sul cross di Iocolano è evidente perché ferma la palla, ma forse non tutti gli arbitri avrebbero fischiato, visto che il braccio era aderente al corpo. Massimi sì, e dopo un tentativo di Bocalon che prende palla per andare sul dischetto, tocca a Gonzalez battere Di Masi spiazzandolo. Così come era netto il fallo dello stesso argentino su Fanucchi in area grigia: sul sinistro di Forte, sempre a segno fin qui, Vannucchi si è superato allungandosi a sinistra e togliendo la palla dall’angolino.
Ma la gara è stata rognosa, con l’Alessandria che soffriva sulle fasce, soprattutto a destra, con Marras in grande difficoltà. Ma la squadra si è aggrappata alla solidità della coppia centrale, Piccolo e l’immenso Gozzi, riuscendo a parare il colpo. Nella ripresa Braglia, non contento per l’atteggiamento dei suoi, ha corretto lo schieramento passando dal 4-4-2 al 3-5-2: fuori Marras e dentro Sosa. Tre difensori centrali, Celjak e Manfrin più ‘alti’, Iocolano accentrato. E la Lucchese, che correva un po’ meno, ha pagato dazio. In mezzo al campo Cazzola è salito di tono e ha sostenuto i compagni chiudendo tutti gli spazi poi, come detto, il piede di Gonzalez e la mano di Vannucchi han deciso il risultato: 1-0 per l’Alessandria.
Che da oggi è di nuovo al lavoro: mercoledì si gioca, alle 18.30 al ‘Moccagatta’ c’è l’Arezzo.

Print Friendly, PDF & Email