Big match fra terza e quarta: grigi rinforzati, Pro Patria miglior difesa

0
29
L'ultima gara giocata allo "Speroni" fra Pro Patria e Alessandria finì 0-0 (museogrigio.it)

Due partite di fuoco attendono l’Alessandria: sabato alle 15 la trasferta con la Pro Patria (quarta), che ha la miglior difesa del girone, e mercoledì 20 (ore 15) il recupero casalingo con il Como (secondo). Due gare che chiuderanno il girone di andata e metteranno a dura prova la squadra di Gregucci, che si gioca molto. Il club infatti punta la promozione diretta in B e gli interventi importanti fatti sul mercato sono lì a dimostrarlo. Ma non si può più sbagliare: perdendo punti, sarà molto difficile recuperare. 

PRECEDENTI – La Pro Patria è uno degli avversari più incontrati dai grigi: 76 volte dal 1928 in avanti, fra A, B e C. Il bilancio vede 29 successi mandrogni, 27 bustocchi e 20 pareggi, con 94 reti a 87 per i grigi. Allo ‘Speroni’, dove i tigrotti sono in vantaggio, l’Alessandria non perde dal 2013 (3-2, Bruccini, Cozzolino, Falomi e doppietta Fanucchi). Da allora 2 vittorie (3-1 e 1-0) e due pareggi (0-0). L’appuntamento di luglio, invece, vide la vittoria grigia ‘a tavolino’ perché i biancoblù rinunciarono, causa Covid, alla gara playoff. Da notare che nel ’13 segnò Bruccini, appena arrivato in grigio. (dati Museo Grigio)

QUI PRO PATRIA – E’ 4^ in classifica con 29 punti, appena dietro i grigi, grazie a 8 vittorie, 5 pareggi, 5 sconfitte, 19 gol fatti (11° attacco) e 12 presi (miglior difesa). Arriva dal successo a Livorno (2-0), ha fatto 10 punti nelle ultime 5 e non subisce gol da 3 partite. La rosa di 26 elementi (3 stranieri), con l’età media di 24.2 anni, è allenata dal 42enne croato Ivan Javorcic, alla 5^ stagione sulla panca bustocca. Il modulo utilizzato, sempre e comunque, è il 3-5-2. Miglior marcatore l’anglo-italiano Sean Parker (7 reti in stagione).
Quattro gli ex in campo: in biancoblù Nicco e Cottarelli, in grigio Bruccini e Giorno, che giocarono insieme 2 stagioni alla Pro centrando una promozione dalla C2 alla C1.

Per il centrocampista Francesco Giorno, arrivato dal Monopoli, un contratto fino al giugno 2023

QUI ALESSANDRIA – Cinque le assenze per Gregucci: Frediani e i 4 ‘positivi’ (Celia, Di Quinzio, Mora, Suljic), mentre sono pronti al rientro Gazzi e Bellodi (reduci da infortuni) e soprattutto possono giocare i 3 nuovi acquisti Stanco, Bruccini e Giorno. I problemi del tecnico tarantino sono tutti lì, a centrocampo, dove è probabile l’esordio dei nuovi, mentre resta l’incognita della prima partita dopo 24 giorni di sosta. Modulo 3-5-2.
Sul fronte uscite di mercato, Scognamillo è finito al Catanzaro (prestito 6 mesi), mentre stanno con le valigie pronte Chiarello e Stijepovic.

ARBITRO – La quaterna designata comprende Ermanno Feliciani (TE), gli assistenti Francesco D’Apice (Castellammare di Stabia), Michele Somma (Castellammare di Stabia) e il 4° uomo Simone Galipò (FI). Il sig. Feliciani, 4° quarto anno in serie C, vanta 3 precedenti con le due squadre, di cui uno scontro diretto: AL-Pro Patria 1-2 (18 apr. ’19), AL-Siena 3-2 (5 lug. ’20, playoff) e AL-Novara 1-2 (12 ott. ’20). 

Print Friendly, PDF & Email