La Monferrato Classic Orchestra in concerto al Teatro Municipale

0
368

Il 22 febbraio alle ore 21,00, l’orchestra Monferrato Classic Orchestra si esibisce al Teatro Municipale con un monumentale programma: Verdi, ouverture La forza del destino – Respighi, suite dal balletto La pentola magica – Tschaikowskyi, Sinfonia n 4.

L’orchestra sarà diretta dal direttore ospite Vitali Alekseenok, bielorusso di grande talento che, nonostante la giovane età, ha già acquisito importanti premi internazionali ed è direttore stabile della Abaco Symphonic Orchestra a Monaco di Baviera.

«Il concerto della Monferrato Classic Orchestra – ha voluto sottolineare l’assessore alla Cultura, Gigliola Fracchia – saprà impreziosire, con un appuntamento da non perdere, la proposta culturale della città. Il Comune di Casale Monferrato ha quindi concesso con piacere il patrocinio e la propria collaborazione, perché siamo convinti che momenti come quelli di sabato 22 debbano diventare un’ottima occasione per avvicinarsi ai grandi interpreti della musica classica».

Un’ennesima e preziosa occasione per Casale Monferrato di poter assistere a uno spettacolo sinfonico di altissimo livello artistico e musicale. L’orchestra è sostenuta dal Patrocinio del Comune di Casale Monferrato, dalla Fondazione Social, dalla Bobst, dalla Fondazione Robotti ci Fubine, dalla Fondazione CRA di Alessandria e dalla Fondazione CRT.

Il biglietto d’ ingresso è di euro 10 ridotto per gli under 18 e di euro 15 il biglietto unico, acquistabile sul circuito VivaTicket (www.vivaticket.it) o all’agenzia Sassone Viaggi by STAT in Via Saffi 1 a Casale Monferrato. Biglietteria aperta anche la sera dello spettacolo, direttamente in Teatro, a partire dalle ore 19,00.

Il concerto di sabato 22 febbraio – Giuseppe Verdi integra l’ouverture della Forza del destino solo nel 1869 con il preciso intento non solo di creare un preludio all’opera, ma anche come una composizione a se stante. L’ouverture diviene ben presto un vero e proprio cavallo di battaglia concertistico, attraversata da una atmosfera sinistra e inquieta che simboleggia il destino. Ottorino Respighi compone nel 1920 la suite per il balletto La pentola magica, composizione di rarissimo ascolto e ricca di effetti orchestrali insoliti che conferma la genialità e l’estroversione di uno dei più grandi musicisti italiani del primo Novecento. Il pezzo forte della serata è la Sinfonia n 4 op. 36 di Tschaikowskyi che porta ai massimi livelli tecnici e sonori la scrittura orchestrale e che vedrà la Monferrato Classic Orchestra impegnata in una delle partiture più complesse della letteratura romantica. Il compositore dedica la Sinfonia alla sua amica e mecenate Nadezda von Meck. Nadezda si innamora della musica di Tschaikowsy e lo sostiene nei periodi di forte crisi economica chiedendo al compositore che la loro relazione si compiesse con un rapporto esclusivamente epistolare. È la sinfonia del destino e dell’uomo che si ripiega su se stesso distaccandosi dal doloroso mondo terreno, alla ricerca della desiderata e ambita felicità inscalfita dal fato.

Monferrato Classic Orchestra – nasce nel 2016 per volere del suo direttore artistico e presidente, la pianista Sabrina Lanzi. L’orchestra è nata con l‘intento di creare un laboratorio di approfondimento e crescita professionale per i giovani strumentisti in grado di affrontare le difficoltà tecniche previste nella programmazione. Nel corso di questi anni l’orchestra si è ampliata , si è esibita in numerosi concerti ed ha affrontato molto repertorio sinfonico oltre ad aver potuto collaborare con artisti di pregio internazionale: Luiz Felipe Coelho, primo violino dei Berliner Philharmoniker; Benedict Kloeckner, straordinario cellista già artista Deutsche Grammophone. La MCO è stata diretta da direttori provenienti dalle migliori accademie di direzione d orchestra europee (Lipsia, Weimar) e, attualmente, è sotto la direzione stabile del Maestro Sandor Karolyi, direttore dell’ Accademia dei Wiener Philarmoniker. Dopo l’entusiastica tournèe con il tutto esaurito dell’esecuzione della Nona Sinfonia di Beethoven, la MCO torna a Casale Monferrato .

Print Friendly, PDF & Email