Il rapporto tra uomo e burocrazia in “Human animal” al Teatro Sociale di Valenza

0
826

Vuole indagare il rapporto tra l’uomo e la burocrazia, la compagnia La Ballata dei Lenna che domani, venerdì 1 marzo (ore 21), porta al Teatro Sociale di Valenza “Human animal”.

Lo spettacolo è il frutto di un percorso di ricerca all’interno di diversi uffici dell’Agenzia delle Entrate del nostro paese. La drammaturgia è ispirata a “Il re pallido”, ultimo romanzo pubblicato postumo dell’americano David Foster Wallace, dedicato all’eroica quotidianità di un gruppo di funzionari dell’Agenzia delle Entrate di una cittadina di provincia negli USA, con l’intento di scandagliare la noia, e la capacità/incapacità dell’essere umano di saper sopravvivere alla burocrazia.

La ballata dei Lenna, ovvero Nicola Di Chio, Paola Di Mitri, Miriam Fieno, crea uno spettacolo dove si mescolano realtà e finzione, teatro e real cinema.

Da una parte: un ufficio, tre agenti del fisco e un’alluvione appena passata. Dall’altra parte: una sala d’attesa gremita dal pubblico. In mezzo: uno schermo su cui lo spettatore vede proiettato il video-reportage della giornata di lavoro dei tre impiegati intenti a ripulire pratiche e faldoni sporchi di fango.

Cosa significa restare umani nonostante la complessità del vivere quotidiano?

A tentare una risposta è una telecamera, che segue in presa diretta i tre dipendenti e le loro azioni restituendo agli spettatori piani sequenza e primi piani che scavano nell’intimità più profonda dei personaggi. Il pubblico vive la sensazione di occupare un posto privilegiato che consente di poter spiare ciò che nella quotidianità non è ammesso vedere. Lo spettatore è protagonista di un meccanismo che lo porta a cambiare continuamente il suo ruolo: prima pubblico teatrale, poi in coda in sala d’aspetto, poi televisivo, poi di nuovo teatrale. Attraverso una rappresentazione in cui esistenza ed oggettività fuoriescono dalle categorie di vero e falso.

“Human animal” è una produzione La Ballata dei Lenna (produzione esecutiva ACTI Teatri Indipendenti), con la regia degli stessi interpreti Nicola Di Chio, Paola Di Mitri e Miriam Fieno; voce narrante Alex Cendron, luci e visual concept Gennaro Maria Cedrangolo e Eleonora Diana, video e riprese Vieri Brini e Irene Dionisio, costumi Valentina Menegatti.

Il testo ha vinto il bando Funder35 e il progetto Hangar Creatività.

La stagione APRE 2018-2019, organizzata dalla CMC di Angelo Giacobbe, con la direzione artistica di Roberto Tarasco, è resa possibile grazie al sostegno di Comune di Valenza, Regione Piemonte eFondazione Live Piemonte dal vivo.
Costi dei biglietti: intero 12 € / ridotti 9 €

È attivata, inoltre, una convenzione con Esselunga che permette, utilizzando il coupon Fidaty di avere un ingresso speciale a 12 €.

Per contatti e prenotazioni (da martedì a venerdì dalle 16 alle 19, sabato dalle 10 alle 13): Teatro Sociale Valenza, Corso Garibaldi 58, 15048 Valenza (AL), e-mail:biglietteria@valenzateatro.it , tel. 0131 920154 – 324 0838829

La stagione 2018-2019 si conclude mercoledì 13 marzo con Elio Germano, Migliore attore protagonista al Festival di Cannes 2010, interprete dello spettacolo “La mia battaglia”.

Print Friendly, PDF & Email