Archivio Storico del Monferrato
l’importanza della versione ‘digitale’

0
1625

L’archivio storico digitale del Monferrato, nato da un’iniziativa del Circolo Culturale “Marchesi del Monferrato” con il contributo della Fondazione Cassa di Risparmio di Alessandria, Fondazione CRT e Regione Piemonte, è operativo del 16 gennaio scorso e continua a riscuotere l’interesse di studiosi, docenti e cittadini interessati ad approfondire la conoscenza della storia del Monferrato.

Sono oltre 200 gli utenti che, in quasi un mese, si sono registrati al portale www.archiviomonferrato.com per consultare materiali, scaricare testi e documenti, interagire con il Comitato Scientifico utilizzando la messaggistica disponibile in ogni singola scheda per fornire osservazioni e integrazioni. Il progetto, avviato nel 2015, ha richiesto un intenso lavoro di studio, reperimento e organizzazione dei materiali, permettendo di redigere più di 2.500 schede riguardanti le oltre cinquecento località storicamente appartenute al Monferrato e le biografie dei Marchesi e dei Duchi, in un arco temporale molto ampio che spazia dall’anno 1000 sino al 2017. Intanto, l’attività del Comitato Scientifico procede alla schedatura degli edifici (fortificati e religiosi), delle opere d’arte, delle pubblicazioni, della cartografia e della numismatica.
Sarà, quindi, la volta della gestione dei regesti (il ‘regesto’ è la sintesi di un documento, ndr), degli statuti e dell’inserimento dei link dei principali documenti che rinvieranno al sito degli istituti depositari.

“L’archivio storico digitale del Monferrato rappresenta un importante passo avanti verso la conoscenza delle radici più profonde del nostro territorio – ha precisato il presidente della Fondazione CRAL, Pier Angelo Taverna – dal punto di vista storico, culturale, economico e sociale. Si tratta di un patrimonio di informazioni dal valore inestimabile che abbiamo il dovere di raccogliere con impegno e intelligenza, di conservare con grande cura e attenzione e di tramandare alle future generazioni utilizzando i più moderni mezzi che la tecnologia ci mette a disposizione. Senza dimenticare che l’inserimento del Monferrato tra i siti patrimonio del’Unesco ha acceso i riflettori di tutto il mondo su questo territorio ricco di storia e di cultura, che può e deve diventare meta di un raffinato turismo internazionale”.

“La finalità dell’Archivio – ha spiegato Roberto Maestri, presidente del Circolo ‘Marchesi del Monferrato’è quella di contribuire alla crescita del territorio Monferrato in una prospettiva integrata fra ricerca scientifica e promozione territoriale. Infatti i contenuti inseriti possono essere fruiti non soltanto in ambito strettamente scientifico, ma anche per la realizzazione di itinerari ed eventi di valorizzazione. Grazie a questo innovativo portale siamo orgogliosi di aver reso disponibile uno strumento fondamentale, in grado di promuovere turisticamente il Monferrato, utilizzando contenuti scientificamente corretti”.

 

Print Friendly, PDF & Email