Lunedì 7 settembre, 251° giorno
dell’anno, 37^ settimana. Alla fine del 2020 mancano 115 giorni (bisestile)

0
1247
La cantante americana Gloria Gaynor, 71 anni oggi, ai tempi del singolo "I will survive" (1978)

FRASE DEL GIORNO  Mancano strategie innovative e infrastrutture all’avanguardia: in Italia ognuno pensa solo al suo e non al bene della nazione. (Sergio Rizzo).

SANTI DEL GIORNO – San Grato d’Aosta (Vescovo, protettore dei vigneti), Santa Regina di Alise (Vergine e martire), San Chiaffredo di Saluzzo (Martire), San Clodoaldo (o Cloud, Venerato a Parigi), San Paragorio e compagni (Martiri di Noli), San Sozonte di Pompeiopoli (Martire), San Ventura di Città di Castello (Martire).

EVENTI DEL GIORNO – Nel 1822 il Brasile dichiarò l’indipendenza. Il 7 settembre è festa nazionale in Brasile: nel 1822 dichiarò la sua indipendenza dal Portogallo, dopo 3 secoli di colonialismo. Si costituì prima come monarchia costituzionale, poi divenne una Repubblica nel 1889 con una rivoluzione pacifica che costrinse il re ad abdicare.
Nel 1893 nacque il Genoa. A Genova, in via Palestro 10, nell’appartamento sede del Consolato inglese, nacque il ‘Genoa Cricket and Football Club’, la più vecchia squadra italiana di calcio. Vinse il primo ‘scudetto’, durato 1 solo giorno (8 maggio 1898) e in totale furono 9 i titoli conquistati dai rossoblù fino al ’23-’24.
Nel 1927 1° televisore elettronico della storia. A due anni dall’invenzione di Baird, che secondo la tesi comune segnò l’inizio della TV, l’inventore americano Philo Farnsworth  costruì il primo televisore elettronico della storia. Il prototipo prese vita nel suo laboratorio di San Francisco e apparve rivoluzionario rispetto ai precedenti modelli (basati su un sistema meccanico), poiché dotò l’apparecchio di ripresa e quello di trasmissione di un dispositivo elettronico. Il televisore di Farnsworth trasmetteva le immagini su una superficie sensibile attraverso un ‘tubo a raggi catodici’.
Nel 1934 a Torino i primi ‘Europei’ di Atletica. Nello stadio Benito Mussolini iniziò la prima edizione dei campionati europei di Atletica. Nel programma c’erano 22 gare, solo maschili, in 3 giorni; poi dall’edizione successiva del ’38 vennero ammesse a partecipare anche le donne, seppur in una sede diversa. La cadenza dell’evento fu quadriennale a lungo, collocata tra Olimpiadi estive e Mondiali di Atletica, nello stesso anno dei Giochi del Commonwealth. Dal 2010 la competizione si svolge ogni 2 anni, coincidendo con i Giochi olimpici estivi. Nella 1^ edizione il Regno d’Italia conquistò 1 oro, 2 argenti e 2 bronzi.

NATI DEL GIORNO – Gloria Gaynor (1949), Usa, cantante. Nata a Newark (New Jersey) come Gloria Fowles, dominò il mondo della ‘disco music’ col nome d’arte. Nel ’74 arrivò al successo con “Never Can Say Goodbye” (cover dei ‘Jackson 5′) anticipando il fenomeno “disco music”, divenuto mondiale nel ’77. L’anno seguente raggiunse l’apice con la celebre “I Will Survive” (dall’album “Love Tracks”) che fece ballare tutte le generazioni e continua a farlo oggi. Poi ebbe molto successo anche “Reach out, I’ll be there”, cover di una celebre canzone dei ‘Four Tops’ del ’66. Il declino della moda ‘disco’ coinvolse anche lei, che ebbe ancora un sussulto col singolo “I am what I am” (’83), quindi si dedicò a fiction e teatro. Nel ’02 con l’album “I Wish You Love” tornò in vetta alle classifiche dance e da settembre ’05 fa parte della ‘Dance Music Hall of Fame’.
Sergio Rizzo (1956), Italia, giornalista e scrittore. Nato a Ivrea (TO) da famiglia di origini lucane, è figlio d’arte: suo padre fu editore e direttore del quotidiano “Politica Bancaria”.
Dal ’17 vicedirettore di “Repubblica”, fu tra le firme più prestigiose del “Corriere della Sera”. Prima di approdare alla redazione economica del 1° quotidiano italiano, si occupò di economia per “Milano & Finanza”, “Il Mondo” e “Il Giornale”.
Col collega Gian Antonio Stella scrisse “La Casta” (’07), libro-inchiesta su privilegi e sprechi della politica italiana (1.200.000 copie). Sullo stesso filone, sempre con Stella, pubblicò “La deriva. Perché l’Italia rischia il naufragio” (’08), “Vandali. L’assalto alle bellezze d’Italia” (’11) e “Se muore il Sud” (’13). L’ultima opera in ordine di tempo è “La memoria del criceto. Viaggio nelle amnesie italiane” (’19).

Print Friendly, PDF & Email