Sabato 5 ottobre, 278° giorno
dell’anno, 40^ settimana. Alla fine
del 2019 mancano 87 giorni

0
670
Ecco i 6 attori che, nel tempo, hanno interpretato l'agente 007 James Bond

FRASE DEL GIORNO – Con la virtù si fanno soltanto quadri tranquilli e freddi; sono la passione e il vizio quelli che animano le composizioni del pittore, del poeta, del musicista.  (Denis Diderot)

SANTI DEL GIORNO – San Placido (protettore dei naufraghi), San Mauro (Monaco),  Santi Firmato e Flavina di Auxerre, San Tranquilino Ubiarco Robles (Martire messicano), Sant’Eliano di Cagliari (Vescovo e Martire), Santa Caritina (Martire), Santa Tullia (Venerata a Manosque), Santa Maria Faustina Kowalska (Vergine), Santi Martiri di Treviri (Martiri della persecuzione dell’imperatore Diocleziano, 243-313, a Treviri).

EVENTI DEL GIORNO – Nel 1962 debuttò James Bond. Inviato in Giamaica per fare luce sulla misteriosa morte di un collega, l’agente 007 s’imbatté nei piani scellerati del Dr No e della potente organizzazione criminale denominata “Spectre”. Con “Licenza di uccidere” debuttò al cinema James Bond, il celebre agente segreto al servizio di sua Maestà, creato dallo scrittore Ian Fleming. Accolto con grande favore dal pubblico, nonostante i limitati costi di produzione, il film lanciò lo sconosciuto Sean Connery, che impersonò Bond in 6 pellicole. Dopo di lui furono Bond gli attori Geroge Lazenby (1), Roger Moore (7), Thimoty Dalton (2)Pierce Brosnan (4) e Daniel Craig (5) che sarà protagonista di “No Time To Die” in uscita nella primavera 2020.

NATI DEL GIORNO – Denis Diderot (1713-1784), Francia, filosofo, scrittore, enciclopedista. Figura cardine del pensiero illuminista, incarnò gli ideali di amore del sapere e di lotta all’ignoranza. Nato a Langres, lavorò come scrivano pubblico e precettore. Autore di preziosi trattati di filosofia e storia dell’arte, romanzi e opere teatrali, entrò nella storia per aver redatto la “Encyclopédie ou Dictionnaire raisonné des sciences, des arts et des métiers” (1751-80), primo esempio di moderna enciclopedia. Morì a Parigi.
Ciccio Ingrassia (1922-2003), Italia, attore. Nato a Palermo come Francesco Ingrassia, diede vita, con il suo concittadino e collega Franco Franchi, al celebre duo comico ‘Franco e Ciccio’, tra i più prolifici del cinema italiano. Cominciò a calcare il palcoscenico nel ’44 e in seguito girò i teatri di mezza Italia facendo da spalla a Gino Bramieri. Nel ’54 l’incontro del destino con Franco Franchi inaugurò il lungo sodalizio artistico. Apprezzato anche in ruoli drammatici, vinse un Nastro d’Argento per “Todo modo” di Elio Petri (’75) e un David di Donatello per “Condominio” (’91). Si spense a Roma nell’aprile del 2003.
Gianni Mazza (1944), Italia, direttore d’orchestra e compositore. Nato a Roma, di formazione jazz, lavorò a lungo come tastierista, realizzando diversi dischi e collaborando con molti artisti. Il pubblico TV lo ricorda come direttore d’orchestra in molti varietà RAI, fra cui le trasmissioni storiche di Renzo Arbore “Quelli della notte” e “Indietro tutta!”.
Antonio Careca (1960), Brasile, ex-calciatore. Nato ad Araraquara, centravanti, è considerato tra i più forti attaccanti al mondo di sempre. Giocò con Guaranì, Sao Paulo, Napoli, Kashiwa e squadre minori brasiliane, collezionando 571 presenze e 358 gol. Vinse 4 campionati brasiliani, poi 1 scudetto, 1 Supercoppa italiana e 1 Coppa Uefa col Napoli. Con la Nazionale ‘verdeoro’ (60-29) vinse l’argento della Copa America ’83.
Kate Winslet (1975), Inghilterra, attrice. Figlia di due attori, cresciuta a pane e teatro, nacque a Reading come 2^ di 4 figli; ebbe una carriera fulminea e a 19 anni ricevette la candidatura all’Oscar per “Ragione e sentimento”. La fama di star arrivò con il colossal “Titanic”, la consacrazione con “Revolutionary Road” (sempre con DiCaprio), che le valse 1 Golden Globe, poi con “The Reader – A voce alta” che le fece vincere l’Oscar come “migliore attrice protagonista”. Nel 2013 sfiorò il 4° Golden Globe con “Un giorno come tanti”.
Enrico Fabris (1981), Italia, ex-pattinatore su ghiaccio. Nato ad Asiago (VI), vinse le prime medaglie olimpiche italiane in questo sport. A Torino ’06 prese 2 ori (1500 m e inseguimento a squadre) e 1 bronzo (5000 m). Su 5 distanze detiene il primato italiano.

Print Friendly, PDF & Email