Lunedì 27 luglio, 209° giorno
dell’anno, 31^ settimana. Alla fine del 2020 mancano 157 giorni (bisestile)

0
1247
Il coniglio Bugs Bunny, uno dei cartoni animati più famosi di sempre, esordì nel 1940

FRASE DEL GIORNO – La musica è come il sapone, ti purifica dai pensieri superflui.  (Carlos Santana)

SANTI DEL GIORNO – San Celestino I (Papa), San Pantaleone (Medico e Martire, protettore di medici, balie e nutrici), San Bertoldo di Garsten (Abate Benedettino), San Simeone di Egee (Diacono e stilita), Sant’Antusa dell’Onoriade (Vergine, fondatrice),  Sant’Arnaldo di Lione (Vescovo), Santa Giustina (Vergine e Martire), Santa Natalia e compagni (Martiri a Cordova), Santi Clemente di Ochrida, Gorazdo, Nahum, Saba e Angelario (Apostoli della Bulgaria), Beata Camilla Gentili (Martire).

EVENTI DEL GIORNO – Nel 1940 esordì Bugs Bunny«Che succede, amico?» è così che il protagonista si rivolge con aria beffarda e con marcato accento newyorkese a  Taddeo, piccolo cacciatore calvo e col naso a patata, che le tenta tutte per farlo uscire dalla tana e catturarlo. In origine era lepre, ma divenne coniglio. Bianco e grigio, astuto e irridenteBugs Bunny esordì sul grande schermo con un cortometraggio (“A wild hare”, la lepre selvaggia) prodotto dalla Leon Schlesinger Productions, la futura Warner Bros. A disegnarlo fu Robert McKimson, che probabilmente si ispirò a un precedente personaggio Disney, Max la lepre. La sua tipica postura, appoggiato al muro mentre sgranocchia una carota, riprende quella dell’attore Clark Gable nel film “Accadde una notte”.
Conquistò subito il pubblico per la sua proverbiale scaltrezza nello scampare il pericolo e la sagace ironia con cui si fece beffe dei suoi rivali sbruffoni, tra cui i più noti sono ‘Yosemite Sam’, ‘Marvin il marziano’ e ‘Daffy Duck’. Cartone di punta della serie “Looney Tunes”, è ancora oggi fra i personaggi più amati della storia dei cartoni animati, venendo considerato da molti il miglior esempio di comicità intelligente americana.
Nel 2001 Setterosa campione del mondo. La 5^ edizione del Mondiale di pallanuoto femminile si disputò a Fukuoka, in Giappone. La Nazionale italiana, campione uscente, batté l’Ungheria 7-3 e fu la prima squadra a vincere 2 volte il Mondiale.

NATI DEL GIORNO – Giosuè Carducci (1835-1907), Italia, scrittore. Nato a Valdicastello di Pietrasanta (LU), Giosuè Alessandro Giuseppe Carducci è uno dei padri della letteratura italiana moderna, primo scrittore italiano ad ottenere il Premio Nobel per la Letteratura (1906)Ispirato dagli ideali risorgimentali e da un senso spiccato della patria, Carducci viene ricordato per la preziosa opera di critica letteraria e di erudizione, che oltre a essere un cardine dell’insegnamento letterario del sistema scolastico italiano, rappresentò un modello per generazioni di poeti e scrittori. Eletto al Senato nel 1890, si batté in favore degli insegnanti e per il ruolo centrale della scuola nella società italiana.
Mario Del Monaco (1915-1982), Italia, cantante lirico. Con Caruso e Pavarotti compone la triade di tenori che più ha fatto conoscere al mondo la grandiosità della lirica italiana.
Nato a Firenze da madre soprano e padre critico musicale, Mario Del Monaco fu un predestinato alla carriera musicale, che portò avanti prima come autodidatta e poi con gli insegnamenti del maestro Raffaelli, che ne scoprì il talento. Spiccò il volo come tenore dopo la Seconda guerra mondiale, calcando i più prestigiosi palcoscenici del mondo incantando le platee col suo timbro di rara potenza, che trovò dimensione ideale nell’Otello di Giuseppe Verdi, recitato più di 400 volte.
Peppino Di Capri (1939), Italia, cantante. Caprese doc, Giuseppe Faiella prese il nome d’arte dalla splendida isola del Golfo di Napoli e da oltre mezzo secolo è noto in Italia e all’estero come cantante di musica leggera. Scoperto per caso nel ’58 dagli impresari di una casa discografica milanese in vacanza a Capri, debuttò ispirandosi a Buddy Holly (anche nell’aspetto) e proponendo in italiano i successi del rock’n’roll Usa. Star di prima grandezza negli anni ’60 e ’70, vinse 2 volte il Festival di Sanremo con “Un grande amore e niente più” (’73) e “Non lo faccio più” (’76). Autore di 54 album (48 studio, 2 live, 4 raccolte), in carriera ha venduto più di 35 milioni di dischi. I suoi eterni successi sono “St Tropez Twist” (’62), “Roberta” (’63) e “Champagne” (’73) .
Maria Grazia Cucinotta (1968), Italia, modella e attrice. Nata a Messina, famosa nel mondo per la bellezza e per il ruolo ne “Il Postino” di Massimo Troisi. Terza a Miss Italia ’87, venne scelta da Arbore come valletta per “Indietro tutta!”. Oltre a molti film di successo con importanti attori e registi, fu madrina al Festival del Cinema di Venezia ’09.

Print Friendly, PDF & Email