Mercoledì 29 gennaio, 29° giorno dell’anno, 5^ settimana. Alla fine del 2020 mancano 337 giorni (bisestile)

0
1159
L'attore Tom Selleck, oggi 75enne, nei panni del capo della polizia di New York nel telefilm "Blue Bloods"

FRASE DEL GIORNOQuando hai sete, credi di poter bere un mare intero: questa è la fede. Quando inizi a bere, due bicchieri ti bastano: questa è la scienza. (Anton Čechov)

SANTI DEL GIORNO – San Valerio di Ravenna (Vescovo), Sant’Aquilino (Sacerdote e Martire, protettore dei facchini), San Costanzo di Perugia (Vescovo e Martire), Santa Sabrina (Martire), San Gildas di Rhuys (Abate), San Potamione di Agrigento (Vescovo), San Seustio e compagni (Martiri di Todi), San Sulpizio Severo (Vescovo di Bourges), Santi Sarbelio e Bebaia (Martiri), Sant’Afraate (sapiente persiano).

EVENTO DEL GIORNO – Nel 1951 iniziò il Festival di Sanremo“Signori e signore, benvenuti al Casinò di Sanremo per un’eccezionale serata organizzata dalla RAI, una serata della canzone con l’orchestra di Cinico Angelini. Premieremo, tra duecentoquaranta composizioni inviate da altrettanti autori italiani, la più bella canzone dell’anno”. Così, alle 22 di lunedì 29 gennaio ’51, la radio (la TV nacque nel ’54) diffuse la voce di Nunzio Filogamo che annunciò l’inizio della prima edizione del Festival della canzone italiana, ospitata nel lussuoso Salone delle feste del Casinò di Sanremo. La formula era ridotta, con 3 serate e 10 canzoni in finale, interpretate da tre soli cantanti: Nilla Pizzi, vincitrice con ‘Grazie dei fiori’, Achille Togliani e il Duo Fasano. Niente a che vedere con l’imponente kermesse attuale che dura una settimana. Dal ’77 il Festival si tiene al Teatro Ariston.

NATI FAMOSI – Anton Pavlovič Čechov (1860-1904), Russia, medico e scrittore.
Nato a Taganrog e morto a Badenweiler (Germania), fu scrittore e drammaturgo che dedicò tutta la vita alla scrittura, sacrificando la parallela attività di medico, esercitata solo per scopi umanitari. La sua produzione teatrale, caratterizzata da uno stile asciutto e perfettamente aderente al reale, toccò l’apice nei drammi scritti tra il 1888 e il 1904, tra cui il più noto resta “Il giardino dei ciliegi”, con cui concluse la sua attività artistica. 

John Davison Rockefeller jr (1874-1960), Usa, petroliere e finanziere. Cognome altisonante della grande finanza, gli rese onore rilanciando le attività di famiglia e dedicandosi ad attività solidali e al sostegno della ricerca. Nato a Cleveland (Ohio) e morto a Tucson (Arizona), ereditò dal padre John Davison Rockefeller sr (allora uomo più ricco del mondo) la compagnia petrolifera “Standard Oil”, che gestì come direttore generale. La crisi del ’29 e il conseguente crollo dei prezzi, fece di lui uno dei maggiori proprietari immobiliari di New York: simbolo di quest’ascesa fu la costruzione del ‘Rockefeller Center’, complesso di 19 edifici nel cuore di Manhattan. Grande filantropo, sostenne la ricerca contro il cancro, permise allo stato di acquistare un terreno sul quale fu istituito il parco nazionale di ‘Great Smoky Mountains’, ancora oggi il più visitato degli Usa, e donò il terreno su cui costruire il “Museum of Modern Art” di New York.
Tom Selleck (1945), Usa, attore. Definito ‘i baffi più affascinanti di Hollywood’, divenne celebre con “Magnum P.I.” (’80-’88), investigatore privato che, a bordo di una fiammante Ferrari 308 GTS, si aggirava tra le splendide spiagge delle Hawaii. Americano di Detroit, ma di padre slovacco, Thomas William Selleck, alto 193 cm, rinunciò da giovanissimo alla pallacanestro per studiare recitazione.
Dopo piccole parti in telefilm famosi, con la serie “Magnum P.I.” meritò una stella sull’ambita ‘Hollywood Walk of Fame’. Al cinema alternò ruoli drammatici (“Un uomo innocente”, ‘89) e comici (“Tre scapoli e una bimba” del 90 e “In & Out” del ’97) mentre le serie TV sono il suo forte: “Friends” (’96-’00), “Monte Walsh” (’03) e soprattutto “Blue Bloods” (dal ’10), dove interpreta il capo della polizia di New York.
Venanzio Ortis (1955), Italia, ex-mezzofondista. Nato a Paluzza (UD), ebbe una carriera breve per problemi fisici. Ai Campionati Europei ’78 vinse l’oro nei 5.000 m e l’argento nei 10.000. In quest’ultima gara, con il tempo di 27’31″48, migliorò di mezzo minuto il precedente record, detenendo attualmente la 4^ prestazione italiana di sempre.
Amii Stewart (1956), Usa, cantante. Nata a Washington D.C., trovò subito il successo con il singolo “Knock on Wood”, che vendette 8 milioni di copie e diventò un classico della musica disco. Negli anni ’80 fu protagonista in Italia, sua seconda patria, dove si accreditò come principale esponente del genere “easy listening”, duettando con Eros Ramazzotti e Gianni Morandi, con cui incise il celebre “Grazie perché”. Nel ’93 fu tra i 12 artisti ammessi, per la prima volta, ad esibirsi per il Papa. Il ’13 vide l’uscita del singolo “Sunshine Girl” e la partecipazione come ospite al “Morandi live in Arena”, a Verona.

Print Friendly, PDF & Email