8.3 C
Alessandria
sabato, Gennaio 22, 2022

Tortona e il bilancio: la giunta illustra le azioni per un risanamento

Contenimento delle spese per il funzionamento della macchina comunale; riduzione dei servizi non indispensabili erogati dall’Ente; introduzione delle aliquote massime dell’Imposta Municipale Unica; aumento delle tariffe dei servizi a domanda individuale; alienazione dei beni patrimoniali disponibili e delle partecipazioni azionarie: sono le sei azioni strategiche che il comune intraprenderà per il risanamento strutturale del Bilancio.

Il contenimento delle spese sarà effettuato “nella garanzia dei servizi”; come si legge nel testo della delibera; e all’aumento delle tariffe dei servizi a domanda individuale corrisponderà un rafforzamento del controllo dell’ISEE.

Queste misure; urgenti e indifferibili per migliorare la situazione finanziaria del comune; sono state vagliate dalla giunta e l’approvazione definitiva spetta ora al Consiglio comunale. Il contenimento delle spese; la riduzione dei servizi non indispensabili erogati dall’Ente; l’introduzione delle aliquote massime dell’IMU e l’aumento delle tariffe rappresentano interventi strutturali che dovrebbero consentire di ristabilire l’equilibrio di bilancio. Le alienazioni di beni patrimoniali e di partecipazioni azionarie; invece; sono finalizzate; principalmente; a sanare il disavanzo pregresso e generare liquidità per diminuire i debiti verso i fornitori.

L’amministrazione; al termine dell’anno; verificherà le ricadute positive sul bilancio delle manovre correttive al fine di valutare la possibilità di diminuire per gli esercizi futuri la pressione tributaria.

Il bilancio del Comune di Tortona presenta uno squilibrio strutturale con una forte rigidità nella spesa corrente – spiega il vicesindaco con delega al Bilancio; Carlo Galuppo -. Già lo scorso anno abbiamo intrapreso un percorso di riduzione delle spese discrezionali; laddove possibile; e cercheremo di ridurre ulteriormente quelle che non sono strettamente necessarie. Per sanare il differenziale che si presenta ogni inizio di esercizio bisogna necessariamente andare a lavorare sulle entrate. Con l’introduzione dell’IMU avremo qualche introito in più anche se; in realtà; verranno ridotti i trasferimenti dallo stato. Naturalmente siamo in attesa; come tutti; di ulteriori indicazioni normative per avere qualche informazione più precisa”.

Per quanto concerne le alienazioni – prosegue Galuppoi proventi saranno principalmente destinati a coprire il disavanzo di amministrazione e a ripianare gradualmente le posizioni creditorie”.

Questa è una linea d’azione condivisa con i Revisori dei Conti e con la Corte dei Conti e necessaria per riequilibrare il bilancio dal punto di vista strutturale – dichiara il sindaco; Massimo Berutti -. Alcune sono già state rilanciate come l’asta per la vendita degli immobili mentre altre sono già in essere. Questo è un anno in cui si chiederà il massimo sforzo a tutti. Per il futuro; in funzione delle ricadute sul bilancio; si deciderà se apportare qualche miglioria in termini di aliquote e tasse”.

L’amministrazione comunale; nelle scorse settimane; ha pubblicato il bando per l’alienazione; mediante asta pubblica semplificata; di Palazzo Leardi e dell’ex Mercato Coperto il cui prezzo a base di gara è stato fissato rispettivamente in 1.075.000;00 euro; per il primo e 3.031.500;00 euro per il secondo.

Per quanto riguarda l’alienazione delle partecipazioni azionarie; nei mesi scorsi; è stato formalizzato l’incarico attraverso un bando per l’individuazione di un esperto che potesse effettuare la perizia per la valutazione delle quote.

Nel frattempo; la Giunta; nella seduta di martedì 14 febbraio; ha deliberato di proporre al Consiglio comunale l’alienazione delle partecipazioni azionarie nelle società Interporto Rivalta Scrivia S.p.A.; Rivalta Terminal Europa S.p.A. ed Energia & Territorio S.p.A..

La decisione di cedere le quote scaturisce dal fatto che la limitata percentuale di tali partecipazioni non consente di influire significativamente sugli indirizzi gestionali delle società; inoltre; non sono ritenute più strategiche per l’Ente.

Il Comune di Tortona; infatti; detiene lo 0;01 per cento nella società Interporto Rivalta Scrivia S.p.A.; pari a 2000 azioni; per un valore complessivo pari a 1.040;00 euro; lo 0;50 per cento nell società Rivalta Terminal Europa S.p.A.; pari a 103.450 azioni per un capitale complessivo di 103.450;00 euro. In Energia E Territorio le quote sono 13.914; pari allo 0;70 per cento; per un totale di 13.914;00 euro.

0 0 voti
Valutazione articolo
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti
- Advertisement -

Popolari

Social

4,523FansMi piace
3,520FollowerSegui
2,512FollowerSegui
Zapping sfoglia PDF online
Zapping Casa sfoglia PDF online
Zapping da Leggere sfoglia PDF online

Ultimi articoli

0
Vorremmo sapere cosa ne pensi, scrivi un commento.x
()
x