Riaperte diverse strade in provincia di Alessandria

0
874

ORE 21.00 – Allo stabilizzarsi delle condizioni del meteo, sono state riaperte diverse strade provinciali. Ecco la lista:

– SP 171 (Tagliolo) nei comuni di Ovada e Tagliolo Km 0+000 e 1+000;
– SP 170 (Ovada-Gavi) nel comune di Mornese e di Gavi;
– SP 165 (Capanne di Marcarolo) nel comune di Bosio Km 19+500;
– SP 199 (Roccagrimalda-Carpeneto) nei comuni di Garbagna e Borghetto;
– SP 176 (Gavi-Castelletto) nel comune di San Cristoforo;
– SP 120 (Val Grue) all’incrocio della SP 140 nei comuni di Garbagna e Borghetto Borbera;
– SP 135 (Serravalle-Carezzano) nei comuni di Stazzano, Borghetto e Gavi;
– SP 138 (Cella) nel comune di Borghetto;
– SP 110 (San Sebastiano Petruso) nel comune di Dernice;
– SP 119 (della Polverosa) nel comune di Casasco;
– SP 135 (Serravalle-Carezzano) nel comune di Stazzano.

Sono ancora chiuse le seguenti strade:

– SP 137 (Garbagna-Bastita) nel comune di Garbagna;
– SP 158 (della Lomellina) nel comune di Gavi;
– SP 166 (di Val Morsone) nel comune di Voltaggio;
– SP 176 (Gavi-Castelletto) nel comune di Castelletto;
– SP 123 (Dernice) all’altezza del guado nel comune di Dernice.

ORE 17.00 – Il Comune di Alessandria ha comunicato la cessazione dell’allarme relativo al rio Lovassina, che ha ripreso il suo corso naturale nel pomeriggio. Il corso d’acqua ha causato allagamenti a Spinetta Marengo e a Litta Parodi nella giornata di ieri. Volontari della Protezione Civile sono intervenuti a monitorare la situazione e a utilizzare pompe idrovore nei punti più critici. A seguire dichiarazioni del sindaco, Rita Rossa, e del vicesindaco, Giancarlo Cattaneo, originario di Spinetta.

Rita Rossa, sindaco di Alessandria

“I cittadini di Spinetta e di Litta non sono affatto abbandonati, siamo pronti a soccorrerli tutte le volte in cui si crea e si creerà il problema del Lovassina. Ma voglio sottolineare che il nostro comune è una vittima (essendo quello più a valle) di scelte scellerate compiute per decenni e che ora non è possibile fare, di più, a meno di interventi adeguati da parte della Regione”.
Il rio Lovassina è infatti un corso d’acqua di competenza regionale e per questo domani pomeriggio la Giunta comunale approverà il progetto della costruzione di un canale scolmatore, progetto che andrà poi inviato a Torino per il necessario finanziamento.”

Giancarlo Catteneo, vicesindaco e assessore ai Lavori Pubblici di Alessandria

“Sono Spinettese, come è possibile che ritenga i miei compaesani dei cittadini di serie B? Nell’estate scorsa ho incontrato gli esponenti del Comitato per Spinetta che mi avevano rappresentato i problemi più gravi: la viabilità di via Genova, con la necessità di moderare la velocità, il buco all’angolo di via Perfumo e l’asfaltatura dei via Genova oltre il passaggio a livello. Il buco di via Perfumo è stato ripristinato, per i dissuasori stiamo valutando, anche in considerazione di forti resistenze espresse in passato dagli stessi spinettesi, l’asfaltatura di via Genova è prevista entro novembre, non appena avremo qualche giorno di tempo buono”.

“Mandiamo i volontari il più presto possibile, mettiamo a disposizione le idrovore, forniamo i sacchetti di sabbia. Più di questo non possiamo fare. Domani approveremo in Giunta il progetto di canale scolmatore che dovrebbe risolvere tutti i problemi, non appena la Regione ce lo avrà finanziato e potremo realizzarlo. Dovrebbe essere inserito nei piani di finanziamento per opere a salvaguardia delle zone abitate.
Quello che vorrei ribadire è che il Lovassina è un corso d’acqua che non prevede argini proprio perché in caso di piena possa esondare nei campi circostanti. Ora, io comprendo che ognuno abbia provveduto a erigere un arginello in terra o in cemento per difendere la sua coltivazione, ma questo non fa altro che convogliare massicciamente le acque verso Litta e poi verso Spinetta facendole esondare al centro del paese e nella piazza delle scuole. Credo che tutti gli arginelli, nei comuni a monte di Litta Parodi, dovrebbero essere abbattuti d’imperio, magari prevedendo forme di risarcimento regionali per gli agricoltori danneggiati, in modo da dare al rio lo sfogo necessario. Almeno finché il canale scolmatore non risolva definitivamente il problema”.

ORE 14.05 – La Protezione Civile di Alessandria ha appena annunciato su Twitter (@PCProvAL) la riapertura del ponte sul fiume Bormida dell’ex SS 10 Padana Inferiore, tra Alessandria e Spinetta Marengo.

Print Friendly, PDF & Email