Confagricoltura sostiene il centro antiviolenza me.dea

0
300

Lunedì 16 dicembe presso la sede sociale di Confagricoltura Donna Alessandria è stato conferito a me.dea l’assegno di 830 euro, frutto della distribuzione ad offerta delle clementine antiviolenza.

Sabato 23 novembre in Piazzetta della Lega ad Alessandria Confagricoltura Donna Piemonte, Confagricoltura Donna Alessandria e Confagricoltura Alessandria hanno distribuito le clementine antiviolenza per sostenere il Centro antiviolenza me.dea. in occasione del 25 novembre, la Giornata internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne.

Data la situazione critica che ha portato all’allerta rossa nel pomeriggio del sabato si è deciso di interrompere l’iniziativa. Mercoledì 27 novembre la distribuzione è continuata al “PalaCamagna” di Tortona durante un evento delle squadre giovanili di basket con la collaborazione della Bertram Derthona, che Confagricoltura ha ringraziato per l’ospitalità riservata.

La raccolta fondi era inserita nel programma di eventi promossi in sinergia dall’Amministrazione Comunale con il proprio Assessorato alle Pari Opportunità guidato dall’assessore Cinzia Lumiera e supportato dalla Consulta Comunale Pari Opportunità, presieduta da Nadia Biancato.

“Siamo molto soddisfatte dei risultati raggiunti grazie a questa campagna di solidarietà. Siamo certe che la risposta positiva sia frutto di una crescente sensibilità della cittadinanza nei confronti di un tema caro a tutte noi. Ci fa altrettanto piacere avere contribuito a sostenere una onlus che quotidianamente è impegnata nella lotta contro la violenza di genere” spiegano le organizzatrici Paola Sacco (presidente di Confagricoltura Donna Piemonte), Michela Marenco (presidente di Confagricoltura Donna Alessandria) e Cristina Bagnasco (direttore di Confagricoltura Alessandria).

“Ringraziamo Confagricoltura per questa piacevole iniziativa – ha dichiarato la presidente di me.dea Sarah Sclauzero – Ancora una volta mondi diversi si sono incontrati a beneficio delle donne, ricordandoci come la trasversalità del fenomeno della violenza, richieda risposte altrettanto diversificate e modalità di sensibilizzazione sempre nuove. I fondi raccolti serviranno a sostenere un percorso di aiuto di circa 9 mesi per una delle donne seguite dal Centro, con un’operatrice dedicata che la accompagnerà nella rielaborazione della sua storia e nell’individuazione di strategie di uscita dalla violenza”.

Print Friendly, PDF & Email