ACQUI TERME: Anche unacquese tra i 17 arrestati per linchiesta delle scommesse di calcio

0
582

C’è anche un acquese tra le 17 persone arrestate per calcio scommesse oggi; nell’ambito dell’inchiesta avviata dalla Procura della Repubblica di Cremona. Si tratta di Carlo Gervasoni; 39 anni; residente ad Acqui Terme.

E’ stato arrestato dagli agenti della Questura di Alessandria; oggi; nell’ambito dell’operazione denominata “Last Bet” .

Gervasoni è accusato di associazione a delinquere finalizzata a realizzare a livello mondiale; una pianificazione degli interventi illeciti.

I poliziotti hanno effettuato anche una perquisizione nell’abitazione di Acqui Terme in cui abitava l’uomo ritrovando diversi documenti ritenuti “utili” all’attività dell’indagine.

Per chi non ha visto i telegiornali; riportiamo di seguito il Comunicato ufficiale della Questura; sulla vicenda avvenuta oggi:

Calcioscommesse. Nuovi arresti per l’inchiesta “Last Bet”: Doni e Sartor in manette

19 dicembre 2011 – Nuova operazione in grande stile contro il calcioscommesse. Il Servizio centrale operativo della Polizia ha infatti ricevuto ordine di eseguire ben 17 ordinanze di custodia cautelare; e tra le persone coinvolte ci sarebbero anche alcuni calciatori in attività; tra cui Cristiano Doni; ex capitano dell’Atalanta che era finito nell’occhio del ciclone già quest’estate.

Si tratterebbe della seconda puntata dell’inchiesta “Last Bet“; la stessa inchiesta che a giugno aveva portato all’arresto di 16 persone tra cui Micolucci; Sommese; Paoloni e l’ex campione Beppe Signori. Tra le accuse che sono state formulate ai danni degli indagati quella di associazione a delinquere finalizzata alla truffa e frode sportiva. Del resto i 17 indagati avrebbero fatto parte di una vera e propria organizzazione a delinquere che aveva una rete di complici a Singapore e nell’Europa dell’Est; da dove lavoravano per alterare i risultati in Europa.

Anche Cristiano Doni è stato arrestato dagli agenti di polizia perchè; secondo l’accusa; sarebbe coinvolto negli illeciti commessi in almeno tre partite dell’Atalanta nello scorso campionato di serie B. Per l’ex capitano dell’Atalanta; la custodia cautelare sarebbe stata decisa per la possibilità di inquinamento delle prove. Il calciatore avrebbe infatti; secondo le indagini; pagato la parcella dell’avvocato di un’altro indagato; Nicola Santoni; per il tirmore che questi parlasse con gli inquirenti. Inoltre è emerso anche che Doni; in occasioni di partite combinate; si servisse di una scheda; ritenuta sicura per possibili intercettazioni; intestata ad un romeno. Insieme a Doni arrestati anche altri volti noti del calcio italiano come Luigi Sartor; ex giocatore di Parma; Vicenza; Inter e Roma; Carlo Gervasoni del Piacenza; e Filippo Carobbio dello Spezia.

I giocatori e gli ex sarebbero; secondo il quadro delineato dalla polizia; i referenti italiani dell’organizzazione internazionale; e sarebbero stati corrotti per falsare i risultati degli incontri su cui avevano scommesso forti somme di denaro.

Emergono intanto nuovi risvolti in merito alle partite al centro delle indagini degli inquirenti. Anche alcune partite di Serie A entrerebbero nella lista dei match su cui si sospetta vi siano state irregolarità. Si parla di Brescia-Bari (finita 2-0; 6 febbraio 2011); Brescia-Lecce (2-2; 27 febbraio 2011) e Napoli-Sampdoria (4-0; 30 gennaio 2011). Nessuno dei tre match figurava nella lista delle 38 partite segnalate lo scorso giugno dai Monopoli di Stato alla Procura di Cremona e su cui si erano registrati flussi anomali di scommesse. Nell’elenco era invece presente un’altra partita disputata dai blucerchiati: si tratta di Chievo-Sampdoria (0-0) del 3 aprile 2011. Per quello che riguarda il campionato si Serie B sono per ora cinque le partite le partite che sarebbero state combinate. Si tratta di Cittadella-Mantova del 24 aprile 2010; Ancona-Grosseto del 30 aprile 2010; Brescia-Mantova del 2 aprile 2010; Grosseto-Reggina del 23 maggio 2010; Empoli-Grosseto del 30 maggio 2010. Dalle indagini è poi emerso che ci sarebbero anche «numerose partite» alterate anche nel campionato 2010-2011. Per ciò che riguarda l’Atalanta sarebbero almeno tre: Atalanta-Piacenza del 19 marzo 2011; Padova-Atalanta del 26 marzo 2011 e Ascoli-Atalanta del 12 marzo 2011; tutte combinate grazie all’intervento di Cristiano Doni e dei suoi complici; Benfenati e Santoni.

Print Friendly, PDF & Email