Un’Alessandria pratica e solida
vince 1-0 su rigore e il portiere della Pianese subisce gol dopo 330′

0
256

Prosegue la marcia vincente dell’Alessandria, che contro la matricola Pianese si prende la terza vittoria consecutiva (1-0), mantiene il terzo posto in classifica e aumenta l’imbattibilità del portiere Valentini, che ormai non prende gol da 361 minuti (recuperi compresi). L’ultima volta che l’estremo grigio si è dovuto chinare a raccogliere il pallone dentro la propria rete è stato il 1° tempo della trasferta di Carrara, dove al 23′ segnò Valente. Da allora tre partite “clean sheet”, per usare un gergo TV, in cui Renate, Olbia e Pianese non sono riuscite a sfondare dalle sue parti. Di contro, invece, il portiere bianconero Vitali è caduto al 13′, che sommato ai precedenti 317′ fa 330 minuti senza prendere gol: la Pianese non perdeva dalla prima giornata. E quando si vincono queste partite, senza strafare, con un ‘golletto’ all’inizio, è un segnale positivo. I toscani hanno  girato palla meglio dell’Alessandria, non c’è dubbio, ma la ‘prestazione’ a volte non basta; la solidità e l’organizzazione dei grigi, unite alla forza fisica della squadra e alla grande determinazione, hanno contribuito a strappare una vittoria importante.

LA PARTITAPianese col ‘rombo’, Alessandria col 3-5-2 e qualche problemino di formazione: oltre a Casarini, che non ha superato il problema di sabato e non va nemmeno in panchina, nel riscaldamento si ferma anche Gazzi, aprendo all’esordio del giovane Castellano. I grigi cominciano col solito piglio e dopo un destro radente di Eusepi al 4′, un errato retro-passaggio di Simeoni regala ad Arrighini la chance di puntare la porta: il centravanti grigio va, protegge la palla e sul contatto di Dierna va giù. L’arbitro non ha dubbi, rigore e ‘giallo’ per il difensore. Al 13′ Eusepi dal dischetto fa gol (2 in stagione) e ferma l’imbattibilità del portiere toscano Vitali a 330′: 1-0. La Pianese reagisce e al 15′ in sinistro di Montaperto viene respinto da Valentini, ma l’Alessandria ci prova ancora con Eusepi da fuori e con un contropiede: al 34′ lancio verticale di Suljic per Arrighini, solo, e Vitali è costretto all’uscita di piede fuori dall’area per rimediare.
Al 35′ verticale di Simeoni per Udoh, dormita di Cosenza e Valentini in uscita salva tutto toccando solo il pallone, tant’è che il centravanti nigeriano non protesta ma prosegue. Nell’intervallo Scazzola toglie Castellano, inserisce Sciacca sull’esterno e Cambiaso va a centrocampo, poi la Pianese ci prova: dopo un paio di corner pericolosi, al 56′  Gagliardi serve Catanese che da qualche metro calcia in porta, ma Valentini dice no col ginocchio. La Pianese cala, al 76′ ci prova Benedetti da fuori, ma il sinistro è largo. Il finale è tutto grigio: all’80′ ripartenza conclusa da un diagonale di Sartore fuori di un soffio, all’84′ gol annullato allo stesso brasiliano per fallo su un avversario, al 95′ il giovane Pandolfi, esordiente anche lui, prova il diagonale ma non trova la porta. Game over.

Print Friendly, PDF & Email