Grigi in ritiro col Guazzo e il nuovo team sanitario

0
394

Da ieri l’Alessandria è in ritiro a Brusson, in Val  d’Ayas, dove soggiornerà fino al 2 agosto presso l’hotel du Foyer, allenandosi sul campo e nella palestra di proprietà dello stesso hotel. Della rosa fa parte anche Matteo Guazzo, 24mo giocatore convocato, giunto venerdì scorso, 18 luglio, giorno in cui ha firmato e sostenuto le visite mediche. Ma non è l’unica novità del ritiro, visto che qualcosa è cambiato pure nello staff sanitario: hanno lasciato la dr.ssa Bellinzona e il massaggiatore Marostica, resta il dr. Biagio Polla, che diventa responsabile del team e si avvarrà della collaborazione del dr. Paolo Gentili e dei masso-fisioterapisti Jacopo Capocchiano e Beppe Ciclista. Sottolineando che, da quest’anno, anche gli arbitri di Lega Pro adotteranno, dopo l’esperimento al Mondiale, il vanishing-spray, utile per marcare la posizione del pallone e della barriera sui calci di punizione, passo a presentare il nuovo bomber dell’Alessandria.
Matteo Guazzo è di queste parti, essendo nato ad Acqui Terme il 17 aprile 1982, quindi ha 32 anni compiuti, è una punta centrale, destro, alto m 1,81 per quasi 80 kg. Nell’Alessandria conta 1 presenza (34 minuti) nel torneo ’99-’00 (C2), passando poi per 10 società dilettantistiche e 7 professionistiche, fra C1 e C2, senza mai vedere la B. Per lui una promozione (C2-C1) col Como 2008-09, stagione in cui segnò 13 reti in 36 gare, ma non fu la migliore, perchè nel 2012-13 vinse la C2 a Salerno segnando 15 gol in 30 partite. Nell’ultima stagione, appena conclusa, sempre Prima Divisione: Salernitana fino a dicembre (14 partite-7 gol), poi Entella (9-5) promosso in B. Quindi, di fatto, 3 campionati vinti in Lega Pro con 205 presenze e 67 reti complessive. E’ arrivato in prestito dall’Entella, contratto fino al 30 giugno 2015.

Print Friendly, PDF & Email