Il Forte in armi: armi bianche italiane dal XV al XIX secolo

0
1434

IMG_2129Sabato 26 agosto alle ore 11.00 nelle celle del basso Forte di Gavi verrà inaugurata la mostra Il Forte in armi: armi bianche italiane dal XV al XIX secolo. La mostra è organizzata in collaborazione con la Soprintendenza Archeologia Belle Arti e Paesaggio dell’Abruzzo. Nel Forte di Gavi, la cui presenza come castello è attestata fin dal 973 e che tra il 1626 e il 1629 ha assunto la configurazione attuale di “fortezza alla moderna”, vengono esposti una settantina di oggetti collegati cronologicamente e tipologicamente a sottolineare l’evoluzione dell’arma bianca da fianco, dal pugnale cinquecentesco ai finemente decorati coltelli da caccia del XVIII secolo ed oltre. IMG_2131Altri oggetti li accompagnano e meglio ne chiariscono l’uso; tra questi: accendiesca, ganci portaspade, maglie di acciaio del XV secolo, parti di armi da fuoco, oggetti cioè che mostrano a grandi linee le contemporanee abitudini della società e la produzione armiera dell’epoca. Questa mostra vuole costituire per gli amanti del Forte un primo appuntamento di approfondimento, cui speriamo ne seguiranno molti altri, che potranno fidelizzare il pubblico e far considerare il Forte stesso un meraviglioso contenitore di attività di promozione del territorio circostante, ma – perché no? – anche nazionale. In questi anni, grazie anche al supporto dell’associazione di volontariato Amici del Forte di Gavi, il Forte ha offerto ai visitatori la possibilità di entrare in contatto con una realtà di straordinario interesse. Grande riscontro di pubblico hanno avuto le rievocazioni storiche, l’osservazione delle stelle, le manifestazioni culturali di valorizzazione delle eccellenze del territorio promosse dal Consorzio Tutela del Gavi e la sinergia con le scuole locali che ogni anno adottano il Forte e lo rendono palcoscenico per la teatralizzazione di episodi legati alla sua storia. Il Direttore del Forte di Gavi Annamaria Aimone Alla presentazione seguirà un brindisi gentilmente offerto da Villa Sparina Resort di Gavi, Soc. Agricola La Raia di Novi Ligure, Esercenti Gaviesi, Proloco di Gavi Per informazioni: Annamaria Aimone, Direttore del Forte di Gavi, tel. 0115641721, annamaria.aimone@beniculturali.it Tiziana Calabrese, Responsabile Ufficio Comunicazione del Polo museale del Piemonte, tel. 0115641717, pm-pie.comunicazione@beniculturali.it

Print Friendly, PDF & Email