Voglia di… FRAGOLE

0
302

CHEESECAKE CON FRAGOLE Ingredienti per la base: 150 g di biscotti tipo digestive; 80 g di burro;50 g di zucchero di canna; per l’impasto: 100 g di ricotta; 300 g di formaggio bianco (tipo Philadelphia); 150 g di zucchero; 3 tuorli d’uovo; 1 cucchiaino di maizena; 250 g di panna da cucina; 1 bustina di vanillina in polvere; la buccia grattugiata di un limone (bio; oppure lavato con cura); 1 pizzico di sale; per la guarnizione: 300 g di fragole; 1/2 bicchierino di porto; zucchero a velo. Schiacciare e sminuzzare bene i biscotti con un pesta carne; un mattarello; o; pi facilmente; con un giro di frullatore. Mescolarli con il burro; precedentemente fuso a bagnomaria; e lo zucchero. Foderare lo stampo per la torta con della carta da forno; quindi formare un disco di base con il composto preparato; premendo bene con le dita. La base deve risultare circa spessa 1 dito. Lasciare riposare in frigorifero per almeno mezz’ora. Preparare intanto l’impasto di formaggio; unendo tutti gli ingredienti – prima le uova e lo zucchero; poi il formaggio; infine il resto – e mescolando con la frusta elettrica fino ad ottenere una crema soda (utilizzare pi o meno panna e maizena; per ammorbidire; in un caso; o addensare). Versare il composto nello stampo. Coprire la torta con un foglio di carta d’alluminio bucherellato con uno stecchino (in modo da evitare di bruciare la superficie) e cuocere in forno preriscaldato a 160° per 40 minuti. Controllare il composto e qualora risultasse troppo liquido; scoprirlo e continuare la cottura per qualche minuto. Far raffreddare il cheesecake e mettere in frigo per alcune ore. Per una guarnizione casalinga: frullare 1 terzo di fragole con ½ bicchierino di porto rosso e circa 50 grammi di zucchero a velo; formando uno sciroppo con cui rivestirete la torta. In alternativa potete anche utilizzare uno dei preparati in commercio e preparare una gelatina di fragole. Decorate infine con il resto delle fragole; pulite e tagliate a met. NOTA: non si tratta di una ricetta complicata; l’unico inghippo e nel rispettare i tempi di preparazione e raffreddamento; quindi consigliabile prepararle pe il giorno dopo.

Print Friendly, PDF & Email