Operazione “Dragone” contro la criminalit cinese

0
161

Il 30 giugno 2012 si è concluso il progetto “Dragone”; un’importante attività info-investigativa condotta dalla Polizia di Stato su tutto il territorio nazionale; finalizzata al contrasto dei fenomeni delittuosi riconducibili alla criminalità di matrice cinese.

I lusinghieri risultati dell’iniziativa sono stati resi noti dalla Direzione Centrale Anticrimine del Dipartimento della Pubblica Sicurezza – Servizio Centrale Operativo e; riguardano; come detto; tutto il territorio nazionale: sono state tratte in arresto nr.50 persone (33 per sfruttamento della prostituzione; le altre per reati minori); denunciati in stato di libertà nr.445 soggetti (152 per favoreggiamento dell’immigrazione clandestina; 126 per sfruttamento della prostituzione); eseguiti nr.29 sequestri preventivi di immobili (utilizzati; per lo più; per lo sfruttamento della prostituzione) e sono state. infine; controllate nr. 2750 persone.

In ambito provinciale l’attività in argomento; non risultando radicato il fenomeno della criminalità di matrice cinese; si è concretizzata in ripetuti controlli alle attività commerciali presenti sul territorio in vari settori merceologici (centri massaggi; ristoranti; negozi di abbigliamento ed articoli per la casa); eseguiti dalla Squadra Mobile; in collaborazione con la Divisione di Polizia Amministrativa della Questura; con la Polizia Municipale di Alessandria; con il Nucleo Antisofisticazione dei Carabinieri e con il personale dell’Ispettorato del Lavoro.

Nel corso di tale attività; culminata nell’aprile u.s. con la chiusura di un ristorante cinese di questo capoluogo per palesi carenze igienico-sanitarie e nel mese di maggio con la sospensione dell’attività di un magazzino d’abbigliamento ove era stata la presenza di numerosi lavoratori irregolari; sono stati controllati nr.11 esercizi commerciali; identificate oltre un centinaio di persone e rilevati illeciti minori di natura penale ed amministrativa.

Print Friendly, PDF & Email