Il busto di Borsalino; dalle fogne all’ingresso del palazzo comunale

0
225

E’ stato restituito alla citt di Alessandria il busto di Giuseppe Borsalino; padre di Teresio Borsalino. Il busto fu; molto probabilmente; fatto realizzare da Teresio per omaggiare il padre a cui; gi nel 1924; aveva intitolato l’acquedotto di Pecetto; costrito a partire dal 1920 e poi donato a titolo gratuito al Comune. Il busto rimasto custodito per anni nella stazione di sollevamento fognario Tanaro; luogo non consono per un uomo come Giuseppe Borsalino; padre del pi grande benefattore della nostra citt. Il presidente del Gruppo Amag; Lorenzo Repetto; ha quindi fortemente voluto che il busto venisse spostato in Comune; il luogo per il quale Teresio Borsalino aveva lavorato tanto. Fu infatti proprio Teresio Borsalio a finanziare i lavori per la costruzione dell’acquedotto di Alessandria; anche questo donato poi al Comune. La costruzione dell’acquedotto permise quindi la successiva realizzazione dell’impianto fognario della citt; anche questo finanziato dallo stesso Teresio Borsalino. Il busto di Giuseppe Borsalino; padre del benefattore alessandrino; si trova quindi ora all’entrata del piano nobile del Comune; visibile a tutti i cittadini. Spostare il busto non stato per un procedimento semplice. Quello che si trova oggi in Comune un calco fedele in bronzo dell’originale che era collocato nella stazione di sollevamento Tanaro. L’originale era infatti in gesso e per staccarlo dalla parete si sono dovute utilizzare delle ventose; prestando la massima cautela per evitare di romperlo. Oltre a quello che si trova in comune; stato realizzato anche un altro busto; sempre in bronzo; che stato collocato nella sede dell’Amag.

Print Friendly, PDF & Email