OrientaTTivamente: un progetto molto innovativo di “geografia partecipata” per favorire l’orientamento scolastico

0
1663

Presentato il percorso triennale sostenuto dai Club Rotary di Alessandria e Valenza, dall’Ufficio Scolastico Territoriale di Alessandria, dalle Direzioni Scolastiche dell’I.C. “Bovio-Cavour”, del V Circolo e dell’IIS Volta, in linea di continuità con i positivi risultati del progetto PISU gestito dall’Amministrazione Comunale

L’idea di fondo del progetto “Orientattivamente” è quella di promuovere un percorso di “geografia partecipata” che si rivolga ai giovani studenti — a partire da quelli dell’ultima classe delle Scuole Primarie, fino alle classi terze della Scuola Secondaria di I grado — affinché possano comprendere approfonditamente il proprio territorio (il Comune e la Provincia di Alessandria) venendo guidati a coglierne le peculiarità produttive, imprenditoriali e occupazionali in modo da focalizzare sempre meglio la propria scelta della Scuola Secondaria di II grado.

Se questa è l’intuizione fondamentale del progetto — che, non a caso, è stato denominato “orientattivamente” accentuandone la componente di protagonismo e dinamicità di ruolo proposta a ciascun studente — per dare forma ad un’idea così interessante sono state necessarie alcune determinanti presenze e alcuni decisivi sostegni.

La conferenza stampa odierna, presso la Scuola Cavour dell’Istituto Comprensivo “Bovio-Cavour” di Alessandria, è stata dedicata a presentare le specificità del percorso e i coinvolgimenti istituzionali che ne hanno reso possibile l’avvio.

È stata direttamente la Dirigente “reggente” dell’I.C. “Bovio-Cavour” nonché Dirigente dell’IIS Volta di Alessandria, dr.ssa Maria Elena Dealessi, a entrare nel merito dei contenuti del progetto, non prima di aver salutato le Autorità (tra le quali Maria Teresa Gotta, Assessore comunale al Sistema Educativo integrato), i rappresentanti dei genitori, i docenti, i ragazzi e tutti gli ospiti presenti all’incontro sottolineando l’attenzione che la Scuola Cavour «dedica ai legami con iI territorio, con le altre Scuole in prima battuta e con le realtà circostanti: il mondo aziendale e universitario» in un’ottica di valorizzazione degli obiettivi dell’apprendimento permanente e del miglioramento continuo.

La Dirigente Dealessi ha quindi ringraziato la squadra di persone che ha reso possibile questo progetto: il Rotary Club di Alessandria (nella persona del Past-President Stefano Bigini e dell’attuale Presidente Vittorio Ferrari), il Rotary Club di Valenza (nella persona del Presidente Luca Rossi), l’Università del Piemonte Orientale (in particolare la prof.ssa Francesca Martignone, Docente di Matematica presso il Dipartimento di Scienze e Innovazione Tecnologica della sede di Alessandria) e il Dirigente Scolastico Antonella Talenti (Dirigente uscente dell’I.C. “Bovio Cavour” e attuale Dirigente della Direzione Didattica del V Circolo di Alessandria).

«Queste persone — ha dichiarato Maria Elena Dealessisono state le vere “anime” del progetto perché Io hanno fortissimamente voluto e perché hanno dato l’avvio a un percorso che porterà a questo Istituto Comprensivo e agli studenti della Direzione Didattica del V Circolo che già si sono uniti un’esperienza veramente innovativa e proficua per il proprio orientamento scolastico e per il loro successo formativo dopo la “Terza media” nella scelta delle Scuole Secondarie di II grado».

In che cosa consiste specificamente “Orientattivamente”?

Il progetto si prefigge come obiettivo primario il supporto all’orientamento, per l’effettuazione di scelte scolastiche e professionali consapevoli da parte di alunni e famiglie, al fine di prevenire gli insuccessi scolastici e indirizzare a scelte motivate e appassionate, capaci di rendere i giovani protagonisti attivi del proprio presente e della pianificazione del proprio futuro.

Il Rotary Club di Alessandria in prima persona si è appassionato in questo progetto, aderendovi per un triennio (2016-108) e donando alla Scuola “Cavour” un elenco significativo di strumentazioni tecnologiche e informatiche utili per la concretizzazione degli obiettivi progettuali.

Tra queste dotazioni strumentali si segnalano una fotocamera digitale, due computer portatili di altissimo livello, un server PC per la segreteria didattica, dei microfoni per conferenze, un monitor touch-screen e una nuova stampante 3D: tutte elementi importanti a cui si aggiunge la non meno strategica collaborazione congiunta con l’Università del Piemonte Orientale che ha reso possibile i corsi tuttora attivi per i docenti dell’I.C. “Bovio-Cavour” finalizzati a implementare la didattica di tipo tradizionale.

Oltre a questi beni e azioni “materiali”, vanno segnalate importanti azioni “immateriali” che, sempre grazie al diretto sostegno del Rotary rendono possibile ai giovani studenti l’approfondimento “sul campo”: sia con lezioni-laboratorio da parte di esperti in classe, sia con visite in loco alle diverse espressioni aziendali (industriali, ma anche artigianali, alimentari e delle maggiori filiere produttive) del territorio affinché siano sollecitati ad approfondire, ad acquisire (anche grazie alle dotazioni informatiche sopra richiamate) e soprattutto a “proiettarsi” immaginando quali talenti professionali vorrebbero maggiormente sviluppare attraverso opportune scelte scolastiche.

La presenza all’incontro di Maria Teresa Gotta, Assessore comunale al Sistema Educativo Integrato di Alessandria, va letta sotto una duplice veste: per un verso quella della testimonianza di una vicinanza convinta alla Scuola e un sincero apprezzamento per i progetti che in essa sono stati e tuttora vengono positivamente elaborati; per altro verso, la sottolineatura che, anche gli obiettivi di “Orientattivamente” «hanno trovato un humus fertile nella grande azione di valorizzazione dell’Istituto Comprensivo “Bovio-Cavour” così come della stessa complessiva area del centro storico cittadino ad esso afferente che l’Amministrazione Comunale di Alessandria ha sostenuto tramite il progetto PISU di cui ora si stanno vedendo i positivi risultati».

«Come per il PISU — ha concluso Maria Teresa Gottaanche oggi sosteniamo “Orientattivamente” e gli ambiziosi obiettivi che esso si prefigge, nella consapevolezza che solo la condivisione tra Pubblico e Privato può arrecare valore aggiunto e fornire alla Città e, in questo caso, ai suoi giovani studenti le migliori opportunità di sviluppo: opportunità che passano anche per percorsi di orientamento scolastico virtuosi e lungimiranti».

Da ultimo, la Dirigente Dealessi ha salutato e ringraziato tra i presenti la dr.ssa Monica Faggionato (in rappresentanza dell’Ufficio Scolastico Territoriale di Alessandria), il Sig. Marco Menino (Presidente del Consiglio di Istituto della “Bovio-Cavour” insieme a tutti i rappresentanti dei genitori presenti), il prof. Paolo Monti dell’Istituto Superiore “A. Volta” di Alessandria (Direttore del Dipartimento di Meccanica e Meccatronica), il prof. Roberto Bernardelli dell’Istituto Superiore “A. Volta” di Alessandria (direttore di dipartimento di informatica) che hanno notevolmente contribuito alla messa in funzione delle tecnologie presentate durante l’incontro e, infine, la prof.ssa Alice Botta e i collaboratori scolastici Enzo Bistolfi e Antonio La Macchia che hanno allestito l’aula e contribuiscono quotidianamente a rendere moderna e all’avanguardia la Scuola “Cavour”.

Print Friendly, PDF & Email