Coldiretti: “Il benessere del nocciolo dalle radici alla chioma”

0
576

Non ci sono dubbi: la nocciola è ormai una protagonista importante dell’economia agricola del territorio alessandrino, con ottime prospettive di sviluppo.

Una terra, quella monferrina, ricca di iniziativa che vede premiato questo suo coraggio imprenditoriale grazie ad un continuo aumento delle superfici interessate alla corilicoltura.

Coldiretti sa quanto possano essere importanti per il futuro queste produzioni per l’economia agricola e per l’ambiente, ecco perchè ha scelto di tutelarle e di “combattere” la concorrenza non firmata Made in Italy.

Saranno queste le tematiche protagoniste della decima “Sagra della Nocciola” in programma a Lu Monferrato il prossimo 20 maggio nella quale è inserito il convegno dal titolo “Il benessere del nocciolo dalle radici alla chioma” al quale prenderanno parte il presidente provinciale Coldiretti Roberto Paravidino, il sindaco di Lu Michele Filippo Fontefrancesco, rappresentanti delle istituzioni, del laboratorio analisi CadirLab e, ospite d’eccezione, il cavalier Flavio Repetto patron del colosso dolciario Novi Elah Dufour.

“Quella di quest’anno sarà una sagra della nocciola un po’ diversa, rispetto alla formula tradizionale che ci ha accompagnato per nove anni, questa volta si darà un taglio diverso che auspichiamo venga apprezzato. – ha affermato il presidente Coldiretti Alessandria Roberto Paravidino – Accanto alla parte tecnica verrà illustrato lo stato dell’arte dell’accordo con la Novi non limitandoci a pronunciare numeri ma con riconoscimenti agli imprenditori che si sono contraddistinti nella scorsa campagna corilicola”.

Un territorio che manda segnali di estrema vitalità, di voglia di crescere, di saper guardare al futuro con fiducia e con la convinzione di riuscire a realizzare sempre nuovi progetti. Testimonianza di come il mondo agricolo, se spinto con proposte valide, sappia guardare al proprio futuro con coraggio e con la voglia di provare strade nuove.

Contestualmente a questo crescente impegno nei confronti della corilicoltura ogni anno vengono organizzate diverse manifestazioni ma l’interesse riscontrato dall’iniziativa promossa dal comune luese è unica e singolare sia per il calibro dei relatori, per la rassegna delle macchine agricole che si possono ammirare che per il numero di partecipanti.

L’intervento tecnico vedrà la relazione di Alberto Pansecchi, agronomo di Coldiretti, che presenterà i risultati ottenuti in loco, soffermandosi in particolare sulle problematiche quotidiane della corilicoltura.

La giornata proseguirà con una prova in campo di attrezzature per la coltivazione del nocciolo.

Print Friendly