Brevi di cronaca

0
319

Anche in questa provincia, quello dei furti su auto è statisticamente uno dei reati contro il patrimonio più diffusi e recentemente i Carabinieri di Tortona ne avevano registrato una recrudescenza, soprattutto nell’arco notturno.

I ripetuti mirati servizi, finalizzati a dare un nome ed un volto ai loro autori ancorché gravosi per i militari costretti per più giorni continuativi a fare le ore piccole, hanno finalmente avuto successo. I militari del Nucleo Operativo e Radiomobile sono infatti riusciti, alle prime luci dell’alba, ad arrestare, in flagranza dell’ennesimo furto ai danni di un’auto, quello che gli investigatori ritengono possa definirsi una sorta di autore seriale di questo tipo di reati.

L’uomo, G. R., pregiudicato 42enne del luogo, è stato acciuffato dopo un breve tentativo di fuga a piedi nei pressi di via Arzani ove poco prima era stato sorpreso dai militari, appostati nelle vicinanza, nell’atto di infrangere il vetro del finestrino di un’Audi A4 ivi parcheggiata. All’intimazione dell’ormai classico “fermo carabinieri!”, il 42enne ha cominciato a correre nel tentativo di dileguarsi, venendo tuttavia raggiunto e ammanettato.

Immediati accertamenti hanno consentito di scoprire che l’uomo, nella stessa notte, prima di essere fermato aveva commesso ben altri due analoghi furti ai danni di due BMW, una 320 ed una 520, parcheggiate non molto distante da via Arzani, rispettivamente di proprietà di un 50enne ed un 56enne del luogo.

La successiva perquisizione ha consentito il rinvenimento addosso all’uomo di diversi oggetti/arnesi atti sia ad offendere che allo scasso, posti sotto sequestro unitamente ad alcune dosi di sostanze stupefacenti, cocaina e hashish.

Espletate le formalità di rito, l’uomo è stato dichiarato in arresto e rinchiuso nelle camere di sicurezza della Stazione CC di Tortona ove è tuttora recluso in attesa di essere condotto, nella mattinata di domani, dinanzi all’Autorità Giudiziaria. Dovrà rispondere dei reati di: furto aggravato, continuato; porto ingiustificato di oggetti atti ad offendere e detenzione illecita di sostanze stupefacenti.

Con l’arresto odierno, considerate le circostanze di tempo e di luogo ed il modus operandi del malfattore, i militari ritengono di aver conseguito un importante risultato nell’azione di contrasto al fenomeno dei furti su auto nel comune di Tortona.

ICarabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile di Tortona sono intervenuti presso la locale Cooperativa sociale Onlus “AGAPE” a richiesta degli stessi operatori della Onlus che poco prima, nel corso delle operazioni di controllo dei vestiti usati che erano stati fatti recapitare all’ingresso della cooperativa per essere eventualmente consegnati agli ospiti più bisognosi, avevano rinvenuto un involucro sospetto contenente poco meno di un etto di polvere bianca. Le immediate verifiche espletate dai Carabinieri anche attraverso l’utilizzo del c.d. narcotest hanno consentito di accertare che la sostanza rinvenuta era effettivamente stupefacente del tipo cocaina.

Sull’episodio sono in corso indagini onde risalire al “proprietario” dello stupefacente ovvero a colui al quale era diretto, al fine di risalire al suo fornitore.

Print Friendly, PDF & Email