Alessandria. Comune delibera lo scioglimento di quattro partecipate

0
359

La Giunta Comunale ha approvato ieri quattro deliberazioni di proposta al Consiglio Comunale per lo scioglimento delle partecipate:SVIAL s.r.l.;VALORIAL s.r.l.;Al.Tri. s.p.a.;S.I.T.Al. s.r.l.

Nel caso delle due società di cartolarizzazione del patrimonio immobiliare disponibile del Comune (SVIAL e VALORIAL); il provvedimento si è reso necessario a causa delle minusvalenze patrimoniali che si sono verificate nel corso dell’attività; generate dalla differenza di prezzi tra i valori patrimoniali deliberati dal Consiglio Comunale ed i ricavi delle vendite.

La procedura di liquidazione di queste società era; peraltro; già stata avviata dai consigli di amministrazione il 30 marzo scorso.

La società Al.Tris.p.a. aveva per oggetto sociale la gestione e la riscossione dei tributi e delle altre entrate proprie del Comune. La Giunta ha ritenuto di proporre al Consiglio la messa in liquidazione in quanto “la situazione di crisi di liquidità della Città di Alessandria e ilmancato rispetto del patto di stabilità interno 2010 e 2011 rendono difficile la permanenza di un soggetto esterno; seppur controllato al 100 per cento con spese generali e di gestione aggiunte”.

Inoltre; la Giunta ritiene che il risanamento della città debba passare attraverso un potenziamento della direzione comunale preposta alle entrate; che può lavorare in stretto contatto con i servizi dedicati.

Infine; viene sottolineato come il trasferimento del personale comunale e di quello del Consorzio di Bacino abbia incontrato difficoltà giuridiche e operative che non sono risolvibili a breve; soprattutto in presenza di sanzioni dovute al mancato rispetto del patto di stabilità.

La società S.I.T.Al. s.r.l.; per la promozione e il marketing territoriale; nonché per attività economiche in campo logistico presenta almeno tre esercizi in perdita.

“Le perdite di esercizio del triennio 2009/2011 – si legge nella delibera – sono causate; in via principale dal fatto che nessun ricavo della gestione caratteristica è mai stato contabilizzato; perché nessun contratto attivo è mai stato sottoscritto; la situazione economico patrimoniale appare del tutto inidonea al raggiungimento dell’oggetto sociale””.

La trasformazione dell’oggetto sociale; inoltre; avvenuta il 30 settembre 2011; pur confermando l’azione promozionale per l’insediamento di attività produttive e servizio; ha ampliato l’oggetto statutario alle attività marketing e promozione del territorio a favore di enti pubblici e privati; prevedendo ricerche di mercato e piani di marketing.

“La legge 24 dicembre 2007 n. 2444 (finanziaria 2008); art. 3; comma 27 – recita la delibera – vieta a tutte le amministrazioni pubbliche società aventi per oggetto attività di produzione di beni e di servizi non strettamente necessarie per il perseguimento delle proprie finalità istituzionali; mentre l’ultima modificazione statutaria relativa all’oggetto sociale fa perdere a S.I.T.Al. s.r.l.; proprio quel carattere di ‘strettamente necessaria’”.

Questi primi provvedimenti relativi alle partecipate; che verranno proposti al Consiglio Comunale – ha dichiarato l’assessore alle Partecipate; Pietro Bianchi -; sono nell’ottica di far cessare il prima possibile gli sprechi e di razionalizzare la gestione dei servizi con l’obiettivo ambizioso di ridurre i costi e migliorare la fruibilità degli stessi e la loro efficienza. A questi provvedimenti ne seguiranno altri finalizzati a rendere trasparente all’Amministrazione e ai cittadini la gestione delle società partecipate dal Comune di Alessandria”.

Print Friendly, PDF & Email