Un Siena deluso e senza gol è la prossima sfida per l’Alessandria, domenica pomeriggio

0
981

Dopo l’exploit in Coppa Italia di C con la vittoria 2-0 sull’Albissola e il passaggio del turno, l’Alessandria torna al ‘Moccagatta’ in campionato. Il digiuno di gol, interrotto mercoledì sera dalle reti di De Luca e Sartore, torna attuale prendendo in considerazione la singola competizione. L’ultima rete grigia in campionato, infatti, risale al minuto 71 di AL-Pro Piacenza 1-3 (Bellazzini su rigore), mentre l’unica su azione è del minuto 16 di Juve B-AL (Sartore). Ovvio che le reti all’Albissola siano servite a sbloccare il meccanismo, però domenica pomeriggio vedremo una squadra diversa (quasi tutti rispetto a mercoledì) contro un avversario, il Siena, sicuramente più solido dei liguri ma col problema del gol: solo 2, fra campionato e coppa, in quattro partite ufficiali, di cui tre senza segnare.

PRECEDENTI – Sono 28 le sfide fra Alessandria e Siena, tutte di campionato tra serie B e serie C. Il bilancio vede i toscani avanti 11 vittorie a 7 con 10 pareggi, 36 reti bianconere e 24 grigie. L’Alessandria non vince dal 30 ottobre 2016, 5-2 casalingo nella nebbia: da allora per i grigi 1 sconfitta e 2 pareggi. Al ‘Moccagatta’ il Siena ha vinto una sola volta, 70 anni fa: il 1° gennaio 1939 finì 1-0, ed era la prima partita fra le due squadre (dati Museo Grigio).

ROBUR SIENA – Rivale storica dei grigi, società con alle spalle 9 campionati di A (ultimo nel ’12-’13),16 in serie B e un fallimento. E’ la grande delusa degli ultimi mesi: sconfitta dal Cosenza nella finale playoff  di C (giocata senza 5 squalificati), ha provato a rientrare fra i cadetti dalla finestra, insieme ad altre squadre, venendo bocciata nei tribunali. Questo è il motivo delle tre gare da recuperare in calendario. Attualmente in classifica è 16^ con 2 punti in 2 partite (doppio 0-0) mentre in TIM CUP ha disputato due gare, eliminando la Sicula Leonzio (2-0) e uscendo con l’Entella (0-3). In Coppa di C giocherà il 31.
Come si evince dai numeri, il Siena fatica a segnare (tre gare su quattro senza gol) ma nutre ancora ambizioni di alta classifica, con la speranza di agganciare i playoff.
Ha una rosa di 25 giocatori, tutti italiani, con un’età media di 25.5 anni, affidata alle cure del 46enne Michele Mignani, che schiera la squadra con il modulo 4-3-3. Da sottolineare che Mignani è un fedelissimo del Siena, al 2° anno in panca e, da giocatore, 3° assoluto per il numero di presenze (289) e unico di cui sia stata ritirata la maglia, la numero 4.
Ai tempi di Gazzi e D’Agostino al Siena, Mignani allenava la Primavera dei toscani.

ALESSANDRIA – Digerito il corroborante successo in Coppa Italia, la squadra di D’Agostino ha ripreso gli allenamenti senza il peso del digiuno di gol, problema che resta in campionato ma con la testa molto più leggera, dato che mettere la palla nella rete avversaria è una bella iniezione di fiducia. Lasciando alla coppa le reti di De Luca e Sartore, entrambi a quota 2 in stagione, in campionato l’Alessandria non vince dal 2-1 alla Juve B (16 settembre) e non segna, recuperi compresi, da 214′.
Per la sfida al Siena mancheranno gli infortunati Checchin e Tentoni più lo squalificato Delvino, espulso a Pisa “per atto di violenza verso un avversario in azione di gioco”.
Ci sarà ovviamente ampio turn-over, ma l’assenza forzata dell’esterno di destra lascia il dubbio della difesa ‘a 3’ o ‘a 4’ mentre il rientro di Bellazzini (la tribuna di mercoledì era solo precauzionale) accompagnerà le due punte, De LucaSantini. Il pelato attaccante è uno dei 3 ex di turno: arrivò a Siena lo scorso gennaio in prestito dall’Ascoli, e contribuì molto, con 20 presenze e 6 reti, alla corsa bianconera verso la B, stoppata in finale playoff dal Cosenza. Gli altri due sono addirittura ex compagni di squadra in bianconero: il 35enne Gazzi, a Siena nel ’11-’12 (38 presenze, 1 gol in A) e il 36enne tecnico D’Agostino, in Toscana dal 2011 al 2014 (53 presenze e 10 gol fra A e B).
La probabile formazione dal 1′ potrebbe essere così: Cucchietti; Gjura, Prestìa, Agostinone; Panizzi, Gatto, Maltese, Badan; Bellazzini; De Luca, Santini.

ARBITRO – I designati da Giannoccaro per Alessandria-Robur Siena di domenica 14 ottobre, ore 16.30 allo stadio ‘Moccagatta’, sono l’arbitro Matteo Marchetti (Ostia Lido) e gli assistenti Patric Lenarduzzi (Merano) e Gianluca Sartori (PD).
Marchetti è al 4° anno in serie C e ha due precedenti: Siena-AL 0-0 del 24 settembre ’17 e Lucchese-Siena 1-4 del successivo 23 dicembre.

Print Friendly, PDF & Email