L’Alessandria e il derby playoff a Vercelli, dove in campionato non vince da 30 anni. E’ una partita da “ALL-IN”

0
638
L'esultanza dei giocatori dell'Alessandria dopo il 2-1 sulla Pro Vercelli del 2 aprile scorso. Li rivedremo così?

Per l’Alessandria questa è una partita da “ALL-IN”. Tutto in una gara, conta solo vincere.
Per passare il turno playoff la Pro Vercelli può accontentarsi anche di pareggiare, perché in classifica è finita davanti. Ma l’Alessandria no. Non può pareggiare, niente supplementari, niente rigori. Solo la vittoria conta, e per quella giocherà.
Come al poker: “ALL-IN”, tutto in una volta, in 90′ o quelli che saranno col recupero. 

Sarà la quarta volta in stagione che le due squadre si incontrano, la terza a Vercelli.
In campionato finì 1-1, in Coppa Italia di C pure, ma l’overtime non modificò il punteggio e dal dischetto sbagliò il portiere Pop: la Pro vinse 9-8. Ma attenzione: come in una partita di poker, contano i dettagli. E l’Alessandria nelle tre sfide di questa stagione, ha sempre segnato per prima: Santini su rigore all’andata, Akammadu in Coppa, Panizzi nel recupero del ‘Mocca’. Partita vinta, altro particolare significativo, con un rigore di Santini. Segnare per primi sarà importantissimo, anche se non decisivo, e il ‘pelato’ attaccante toscano potrebbe essere l’elemento determinante. Mai sottovalutare i ‘segni’
.

PRECEDENTI – E’ una storia lunghissima, iniziata nel 1913 ai tempi del leggendario ‘quadrilatero del calcio’ (con Casale e Novara). Le sfide passate sono 84, 67 di campionato e 17 di coppa. Il bilancio vede l’Alessandria avanti 29 vittorie a 26 con 29 pareggi, risultati conditi da 89 gol grigi e 87 bianchi. L’ultima vittoria dei ‘Leoni’ in casa è dello scorso 30 gennaio, 9-8 dopo rigori in Coppa Italia di C, mentre l’ultimo successo degli ‘Orsi’ in trasferta è il 2-1 del 9 agosto 2015, in TIM CUP, l’anno della semifinale col Milan. In campionato, invece, la Pro Vercelli ha vinto l’ultima volta, 2-1, il 7 dicembre 2008, ma per trovare l’ultimo successo dell’Alessandria al ‘Piola’ bisogna andare indietro fino al 9 aprile 1989, in serie C2, e fu anche lì 2-1 (dati Museo Grigio)

PRO VERCELLI – E’ una delle squadre più antiche del calcio italiano, e pure una delle più titolate, visto che in bacheca ha 7 scudetti (l’ultimo nel ’22). Ha chiuso la stagione regolare al 5° posto con 64 punti, con 37 gare giocate (18 vinte, 10 pareggiate, 9 perse, 45 reti segnate e 29 subìte)La rosa è ampia, 30 giocatori (4 stranieri) con un’età media di 24 anni. L’allenatore è il 48enne Vito Griecoalla Pro Vercelli dal 2014 ma sulla panca della prima squadra dal 7 maggio 2018. Dopo aver perso 2-1 coi grigi al ‘Moccagatta il recupero del 2 aprile, gara in cui mancava per squalifica il capitano Mammarella, la Pro ha chiuso il torneo con 3 vittorie (una a tavolino), 1 pareggio e 1 sconfitta.
Per il playoff, dopo 3 giorni di lavoro a porte chiuse, c’è mistero sulla formazione vercellese: si ipotizza un 4-4-1-1 iniziale, declinato così: Nobile: Auriletto, Tedeschi, Crescenzi, Mammarella; L. Gatto, Bellemo, Sangiorgi, Azzi; Germano; Comi.

ALESSANDRIA – Inerzia positiva per la squadra di Colombo, derivante dalle due vittorie di fila, prima volta in stagione, contro Pontedera e Albissola, che sono valse la qualificazione playoff all’ultimo respiro. Dalla sfida coi bianchi del 2 aprile (compresa) l’Alessandria ha vinto 4 volte e perso 2, totalizzato 12 punti. Rispetto al successo nel derby ‘recuperato’, di fronte ci sarà in più Mammarella, uno pericolosissimo sui calci da fermo e sulla fascia sinistra, con un mancino di categoria superiore. Quindi il tecnico grigio punterà sulla statura dei suoi per evitare di subìre gol di testa. Tre gli assenti sicuri, ovvero gli infortunati PrestìaChiarello e Sbampato, tutti pronti gli altri. Pur non escludendo colpi di scena dell’ultima ora, la certezza tattica dovrebbe essere ancora il 3-5-2, che in partenza potrebbe essere questo: Pop; Gjura, Gazzi, Panizzi; Gemignani, Gatto, Maltese, Bellazzini, Tentoni; De Luca, Coralli.

ARBITRO – Sarà Cristian Cudini (Fermo), assistito da Giulio Basile (CH) e Simone Teodori (Fermo), con il 4° uomo Paolo Bitonti (BO), a dirigere Pro Vercelli-Alessandria di domenica 12 maggio (20.30) al ‘Piola’ vercellese. L’arbitro marchigiano è al 3° anno in C e ha tre precedenti con le due squadre: AL-Olbia 4-0 e Pistoiese-AL 2-1 della scorsa stagione, più Monza-Pro VC 1-0, gara di Coppa Italia di C del 6 febbraio scorso.

IL PROGRAMMA DEL DOPO-STAGIONE IN SERIE C
SUPERCOPPA
 – Entella-Pordenone; riposa Juve Stabia.

PLAYOFF – Girone A: Siena-Novara; Carrarese-Pro Patria; Pro Vercelli-Alessandria.
Girone B: Monza-Fermana; SudTirol-Sambenedettese; Ravenna-Vicenza.
Girone C: Potenza-Rende; V.Francavilla-Casertana; Reggina-Monopoli.

PLAYOUT – Girone A: Lucchese-Cuneo.
Girone B: Virtus Verona-Rimini.
Girone C: Paganese-Bisceglie.

 

Print Friendly, PDF & Email