Juve U23 beffata ancora nel finale,
la Giana risponde al rigore di Mota

0
402

Juventus U23 ancora beffata nel finale di gara. Dopo l’1-1 di Lecco in cui la squadra bianconera è stata raggiunta al 93′, ecco l’1-1 di Gorgonzola, dove il gol del pareggio è stato subìto all’89′. Due errori di errata gestione del vantaggio che sono costati 4 punti.
Ma non c’è da fasciarsi la testa, perché dopo il brusco stop interno col Monza, la squadra di Pecchia ha infilato 6 risultati utili consecutivi (4 vittorie e 2 pareggi) che ne hanno cambiato la classifica, portandola all’attuale 7° posto con 20 punti. Certo, senza quelle due sbavature staremmo a parlare di sei vittorie consecutive e di terzo posto, ma il tecnico juventino è comunque soddisfatto della crescita dei suoi, che ruota sapientemente vista la fitta sequenza di gare e le ‘concessioni’ temporanee di giocatori alla prima squadra. 
Mancano due gare alla fine del ‘tour de force’: mercoledì 6 c’è il ‘derby del Moccagatta’ contro l’Alessandria in Coppa Italia, domenica 10, sempre in casa, la gara con la Pistoiese. Un periodo intenso cominciato il 20 ottobre: sono sette partite in 21 giorni.

LA PARTITA – L’inossidabile Albé presenta il 4-4-2, Pecchia risponde col solito 4-2-3-1. Nei primi 10′ meglio la Juve, poi avanza la Giana, con qualche sussulto di qua e di là. Al 23′ la prima occasione per i padroni di casa: punizione di Pinto, girata di testa di Gioé, palo. Alla mezz’ora rispondono gli ospiti: cross di Han, testa di Mota, respinta del portiere Marenco, tap-in di Beltrame ma è in fuorigioco.
Nella ripresa Juve U23 all’attacco: al 47′ il diagonale di Han finisce fuori di poco, poi comincia la girandola dei cambi e la gara di assopisce. Le squadre si allungano, fioccano i cartellini gialli, soprattutto per i giocatori lombardi che al 71′ sono pericolosi con Pinto che spara alto da 7-8 metri. Al 76′ il coreano fa ripartire l’azione dalla propria trequarti con un lancio verticale per Olivieri che punta la porta: Madonna affonda il tackle, trova le gambe e non la palla, rigore. Mota-Carvalho, manco a dirlo, segna l’1-0 e fa 7 in stagione.
La temperatura sale, si combatte e al minuto 87 arrivano 2 ‘rossi’: Frabotta della Juve e Madonna della Giana vanno sotto la doccia prima degli altri. All’89′ il pareggio: colpo di testa di Gambaretti dalla trequarti d’attacco, la difesa juventina esce ma Cortesi, in campo da 7′, scatta e mette in rete l’1-1. Posizione sospetta, ma è gol. Game over.

Print Friendly, PDF & Email