Teatro Alessandrino: lo spettacolo “Raffaello”, raccontato da Vittorio Sgarbi, slitta ancora: da martedì 26 maggio a martedì 24 novembre

0
3413

Il ‘Covid-19’ spinge ancora più in là Vittorio Sgarbi, che in questo periodo vediamo spesso in TV a dire la sua nei ‘talk show’. Il suo spettacolo al Teatro Alessandrino, incentrato sulla pittura di Raffaello nel 500° della morte dell’artista, cambia ancora data: programmato in origine per il 30 marzo, poi spostato al 26 maggio, va a finire a martedì 24 novembre, (ore 21), come da accordi col direttore artistico Massimo Bagliani.

E così il pubblico dovrà aspettare quasi 8 mesi per essere ammaliato e stimolato dall’abile miscela di racconto, immagini e suoni che Vittorio Sgarbi dedica a Raffaello Sanzio (1483-1520), genio della pittura e dell’architettura, considerato uno dei più grandi artisti di ogni tempo, la cui opera fu di vitale importanza per lo sviluppo del linguaggio artistico dei secoli successivi. Modello fondamentale per tutte le accademie, l’influenza di Raffaello è ravvisabile anche nei pittori moderni e contemporanei.

Print Friendly, PDF & Email