Pallavolo Acqui Terme B1, diramati i gironi 2020/21.

0
183

Manca poco al 3 settembre, giorno in cui le ragazze guidate da Ivano Marenco cominceranno la preparazione in vista della campionato di serie B1 2020/21. Campionato in cui le termali si ritroveranno in un girone inconsueto. Niente più trasferte in Lombardia e Sardegna come negli ultimi anni ma in Toscana, oltre a Piacenza, Genova ed ovviamente Piemonte. La FIPAV, infatti, ha inserito nel girone A assieme all’Arredo Frigo Makhymo Acqui Terme: Igor Volley Trecate NO, Volley Parella Torino, Lilliput Pallavolo TO, Prochimica
Virtus Biella, PSA Olympia Genova, Conad Alsenese PC, Busa Foodlab Gossolengo PC, Timenet Empoli, Bionatura Nottolini LU, FGL Pallavolo Castelfranco PI, Blu Volley Quarrata PT. Il criterio che sembrava orientare la Federazione a strutturare gironi con squadre
prossime geograficamente in questo caso è stato in parte disatteso. Così l’allenatore acquese Ivano Marenco tenta di spiegare questa decisione federale: “Mi hanno stupito un po’ questi gironi, perché se la logica era quella di ridurre i costi, avendo trasferte tra alto Piemonte e Toscana qualche dubbio mi viene. Mi immagino ad esempio Biella che deve andare fino a Lucca o Empoli! L’unica spiegazione che mi do è un ragionamento legato alla gestione Covid con la volontà di mantenere tutte le squadre lombarde nello stesso girone e per bilanciare i costi è stata inserita con loro anche Palau, in quanto ci sono le linee aeree che arrivano in quelle zone. Ovviamente si tratta di congetture mie personali, senza aver
parlato con nessuno.”

Se da un lato la reazione è stata, inevitabilmente, di stupore, dall’altro lato Marenco prova a guardare anche il bicchiere mezzo pieno: “Parlando concretamente, invece, da un lato la cosa mi piace poichè io sono uno che ama le novità e l’andare a giocare con squadre che non conosciamo mi stimola, altrimenti saremmo stati a fare i conti sempre con le solite giocatrici degli ultimi cinque anni. Fare pronostici è sempre difficile, ma quando si conoscono le giocatrici si riesce ad avere un’idea. Quest’anno ci sono, invece, diverse
incognite e la cosa mi stimola. Ovviamente, non conoscendo molte delle squadre non sono ancora in grado di dire se il campionato sarà facile o difficile, sto raccogliendo informazioni.” 
Presto si saprà anche da dove partirà il cammino delle termali che hanno
allestito un roster che in ogni caso vuole essere all’altezza della categoria. I nastri di partenza sono fissati per il weekend del 7-8 novembre.

Print Friendly, PDF & Email