Teatro Alessandrino, si sposta l’opera: “Il Barbiere di Siviglia” con la regia di Massimo Bagliani, slitta dal 13 marzo al 7 maggio. Causa ‘coronavirus’

0
2231

Era inevitabile, visto il momento. L’emergenza ‘coronavirus’ blocca tutto, figuriamoci se non faceva slittare anche Rossini. Dunque “Il Barbiere di Siviglia”, con la regia di Massimo Bagliani, non andrà in scena il 13 marzo, bensì giovedì 7 maggio. All’Alessandrino.

Dunque l’opera buffa di Gioacchino Rossini, la sua composizione più rappresentata al mondo, farà godere gli appassionati dell’opera e i neofiti che per la prima volta si avvicinano a questo genere musicale.
E’ un capolavoro ‘saporito’, coraggioso e farcito di tutto ciò che, dall’amore al denaro, soddisfa tanto l’uomo quanto la donna. Rossini ha inventato una musica esplosiva, carica d’ironia: il suo famoso ‘crescendo rossiniano’ è energia pura, rappresentazione della vita come ebbrezza totale.
Cantanti lirici, coro e orchestra dal vivo vi trasporteranno nel meraviglioso universo rossiniano portando in scena il Barbiere di Siviglia, un’opera percorsa da una frenesia inarrestabile che lascia lo spettatore rapito dalla prima all’ultima nota.

Con Andrea Bianchi, Renata Campanella, Francesco Tuppo, Alberto Bianchi Lanzoni, Massimiliano Catellani 

Orchestra delle Terre Verdiane
Coro dell’Opera di Parma

Direttore Stefano Giaroli
Scene e costumi Fantasia un Re
Regia Massimo Bagliani 

INFO: inizio spettacolo ore 21. Prezzi: Platea € 35 – Galleria € 27 + prevendita
Biglietti: TicketOne // www.teatroalessandrino.it // cassa teatro dalle 17 alle 19 (escluso il mercoledì).

Print Friendly, PDF & Email