L’attor nostro Massimo Bagliani si è detto alla fine “un uomo felice”. Lui che con la moglie Isabella Cazzola ha condotto per 7 mesi il corso di recitazione numero 8 al Teatro Kristalli di Alessandria, a spettacolo concluso era raggiante. Lo è sempre stato, in verità, ogni anno dopo ogni saggio, ma ieri sera lo era di più: aveva la consapevolezza del ‘ben fatto’, del livello elevato del saggio, della bravura dei corsisti, del talento di alcuni.

Mai c’era stato un corso così. Li ho seguiti e raccontati tutti i corsi  di Bagliani, e posso dire che il ’21-’22 è stato un corso speciale. Basta dire che c’è stato un solo errore in quasi 2 ore di show, corretto dallo stesso maestro entrando in scena, stimolando l’auto-correzione di chi aveva sbagliato.
Ed è stata spontanea la partecipazione del pubblico che ha riempito tutti i posti a sedere del Kristalli (con la mascherina), applaudendo convinto e divertito ad ogni uscita degli aspiranti attori, che fosse un monologo, una poesia, una scena di gruppo o di coppia.

Tutto è riuscito alla perfezione con tanta passione e sentimento, quelle cose che gli aspiranti attori allievi di Massimo e Isabella ci hanno messo per tutto il periodo, ma soprattutto ieri sera, con il finale segnato dall’attor nostro uscito a recitare Jacques Brel: “Vi auguro sogni a non finire e la voglia furiosa di realizzarne alcuni……”. 

Perché il teatro è la vita, il teatro fa bene, il teatro aiuta a superare i limiti e le paure. E l’ovazione collettiva che, sulle note di ‘That’s life’ di Frank Sinatra, ha accompagnato la presentazione dei singoli protagonisti, si è chiusa la serata con la soddisfazione di tutti, dandosi appuntamento al prossimo corso (da novembre ’22), accompagnati dalla generosità del proprietario Paolo Pasquale (presente in sala) e della Fondazione Cassa di Risparmio di Alessandria, che anche nel ’22-’23 sosterrà l’iniziativa con il suo contributo.

Di Raimondo Bovone

Ricercatore instancabile della bellezza nel Calcio, caparbio "incantato" dalla Cultura quale bisettrice unica di stile di vita. Si definisce "un Uomo qualunque" alla ricerca dell'Essenzialità dell'Essere.

5 2 voti
Valutazione articolo
Subscribe
Notificami
guest
1 Commento
Oldest
Newest Most Voted
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti
Massimo Bagliani
3 mesi fa

Raimondo, è sempre un piacere immenso averti in platea la sera del Saggio spettacolo, come spettatore e soprattutto come attento e acuto osservatore . Grazie per la tua sensibilità. Isabella e Massimo Bagliani

1
0
Vorremmo sapere cosa ne pensi, scrivi un commento.x