11.8 C
Alessandria
domenica, Ottobre 24, 2021

Presentato il Cartellone 2019/2020 di “Bistagno in Palcoscenico”

Dopo il successo delle ultime tre edizioni, anche per la stagione teatrale 2019/2020 Quizzy Teatro rinnova la proficua collaborazione con la Fondazione Piemonte dal Vivo, creando un’offerta culturale di grande qualità. La rassegna Bistagno in Palcoscenico si distingue certamente per l’accurata proposta di spettacoli ad alto livello, che portano al Teatro SOMS di Bistagno (AL) importanti nomi della scena nazionale, compagnie, autori, registi e attori emergenti, capaci di riscuotere un consenso sempre maggiore su tutto il panorama italiano. Il Teatro SOMS di Bistagno, infatti, è divenuto oramai luogo di incontro fra gli artisti e tutti coloro che hanno una sincera e impegnata voglia di creare e condividere arte. Si è sviluppata una dimensione di ascolto reciproco molto intensa tra la Direzione Artistica, a cura di Monica Massone, e il pubblico: il progetto è quello di rispondere alle esigenze del territorio con proposte culturali innovative e stimolanti, in relazione alle osservazioni e alle richieste emerse attraverso il dialogo con spettatori e collaboratori.

In questa direzione si pone la stagione 2019/2020 della rassegna Bistagno in Palcoscenico, diretta e organizzata dalla Ditta Quizzy Teatro, in collaborazione con la S.O.M.S. di Bistagno e l’Associazione Culturale Stella Nova, con il patrocinio del Comune di Bistagno e, come affermato, con il sostegno della Fondazione Piemonte dal Vivo.

Cinque gli spettacoli del Cartellone Principale, composto da due nomi di prestigio nazionale e compagnie in ascesa sullo scenario teatrale contemporaneo. Altra offerta della rassegna, esclusiva del periodo natalizio, è il Cartellone Off, che, con due date dedicate al mondo dell’infanzia e alle famiglie, porterà sul palco bistagnese la divertente ed entusiasmante arte della “clownerie”. Novità di quest’anno la presenza di uno spettacolo Fuori Cartellone, che vedrà l’esibizione di un gruppo di attori romani, impegnati nel racconto di una storia fatta di speranza e sogni solo apparentemente impossibili da realizzare.

Negli ultimi tre anni di impegnativa ma soddisfacente organizzazione della stagione teatrale di Bistagno, ho cercato di dare vita ad una proposta teatrale e culturale attenta e rivolta ai gusti dello spettatore, ascoltando qualsiasi critica costruttiva che potesse aiutare “Bistagno in Palcoscenico” a migliorare e a crescere con il pubblico stesso” – dichiara Monica Massone, Direttrice Artistica – “Lo spettatore vuole coniugare leggerezza e ironia ad una certa complessità narrativa e a momenti di riflessione e impegno. Il “Grande Nome” deve essere supportato da un “Grande Testo”, così come un’idea originale deve essere supportata da una regia attenta a ogni dettaglio e da un’interpretazione attoriale sempre credibile. Il Teatro, e in particolare il nostro Teatro SOMS di Bistagno, è “casa” ovvero un luogo di confronto schietto, sincero ma al contempo educato e rispettoso della fatica artistica e organizzativa profusa. Per la rassegna 2019/2020 ho voluto dedicare particolare attenzione al teatro civile e per famiglie, filoni teatrali che nel nostro territorio devono ancora essere implementati e arricchiti, per poter essere individuati come offerta culturale a tutti gli effetti”.

“Dopo tre anni di attività e il quarto ormai in procinto di iniziare, Bistagno si afferma come piccolo ma significativo centro di produzione e ospitalità artistica – afferma Riccardo Blengio, Legale Rappresentante SOMS e ViceSindaco di Bistagno – In virtù del progetto di Residenza Teatrale, creato in collaborazione con la Fondazione Piemonte Dal Vivo, il Teatro SOMS è diventato a tutti gli effetti un centro culturale attrattivo e fondamentale per il territorio. Negli ultimi anni, infatti, si è formata una comunità artistica che ha saputo valorizzare talenti e creatività locali, protagonisti loro stessi dell’ideazione e dell’interpretazione di spettacoli di ricerca e prosa e allo stesso tempo appassionati spettatori, curiosi di conoscere e vedere all’opera importanti artisti su un palco lontano dalle grandi città e metropoli. La volontà della SOMS e del Comune di Bistagno è preservare questa ricchezza e mantenere vivo entusiasmo e voglia di fare, soprattutto giovanile”. 

Il Cartellone Principale, finanziato e promosso dalla Fondazione Piemonte dal Vivo, inizia venerdì 22 novembre 2019 con Marina Massironi e Nicoletta Fabbri, sorelle protagoniste de LA SOMMA DI DUE. Lo spettacolo, diretto da Elisabetta Ratti e prodotto da Nido di Ragno/C.M.C, è la storia di due sorelle divise dal divorzio dei genitori. In un vorticoso prendersi e lasciarsi, Angelica e Carlotta si rincorrono per non perdersi e aiutarsi nel difficile cammino verso la conoscenza di sé stesse. La pièce è l’adattamento teatrale del romanzo “Sorelle” di Lidia Ravera, che narra una storia fatta di legami indissolubili, in un mondo in cui i rapporti reali scompaiono, ma dove il bisogno di “sorellanza” è sempre più forte. Nella parte di una delle sorelle troviamo, come anticipato, Marina Massironi, nota al grande pubblico per aver partecipato a diversi film di Aldo, Giovanni e Giacomo, come Tre uomini e una gamba, Così è la vita e Chiedimi se sono felice.

Domenica 15 dicembre 2019 sarà la volta di LA LETTERA DI NATALE, prima rappresentazione in lizza al Cartellone Off. Lo spettacolo, scritto, diretto e interpretato da Marco Pernici, brillante e originale clown della scena alessandrina, vedrà uno strampalato personaggio sfoggiare con una buffa sfilata la sua passione per i cappelli; piccolo particolare, sono tutti rotti, bucati e rovinati. Siamo però al 24 dicembre, decide allora di scrivere una lettera a Babbo Natale, chiedendo in dono un cappello nuovo. Mancano poche ore a mezzanotte, ce la farà a ottenere il suo regalo? Parte così la curiosa avventura del nostro protagonista che, ricordando i maestri del cinema muto (Keaton e Chaplin) e con le movenze comiche di un clown per così dire tradizionale, diverte ed incuriosisce lo spettatore. “La lettera di Natale” coniuga in modo geniale elementi di clownerie, pantomima e teatro d’attore a veri e propri momenti musicali, i quali seguono lo svolgimento della trama per tutta la sua durata.

Concluderà il Cartellone Off EQUILIBRI DI UN CLOWN, in scena lunedì 6 Gennaio 2020. Lo spettacolo è scritto e interpretato da Lello Clown ossia Raffaele Pecoraro, poliedrico clown della scena alessandrina, e porta in teatro l’arte circense. Il “naso rosso” di Lello si rifà al “Nuovo Circo” che è sintesi di elementi teatrali, clownerie, giocoleria, equilibrismo e tante risate. Il pretesto per l’inizio della narrazione teatrale è un poetico incontro di un clown con una bambola che, grazie alla “Magia del Naso Rosso”, prende vita. La trama si svilupperà così in strabilianti performance circensi, evoluzioni e sorprese del tutto inaspettate. Lo spettacolo avrà la complicità del pubblico, chiamato anch’esso a fare la sua parte. L’ilarità della trama e del personaggio lasciano spazio anche a momenti più riflessivi e seri, ma il tutto viene alleggerito dal racconto di un sogno, ingenuo, magico e pieno di speranze, come solo quelli dei bambini sanno essere.

Sabato 25 gennaio 2020 la Compagnia Accademia del Folli, diretta da Carlo Roncaglia, farà rivivere, attraverso musica e parole, il mito di Fabrizio De André. Lo stretto rapporto fra musica, poesia e teatro, infatti, è il movente di ATTENTI AL GORILLA – Omaggio a Fabrizio De André, ricordo scenico-musicale del cantautore genovese, qui raccontato attraverso l’esecuzione di diversi brani che meglio sintetizzano la sua opera. Cantautore fra i più illustri della canzone italiana, Faber ha saputo dare voce agli oppressi, agli emarginati e il teatro si rivela il luogo privilegiato per raccontare le storie dei suoi personaggi.

Sabato 22 Febbraio 2020 sarà la volta di DON CHISCIOTTE – Tragicommedia dell’Arte, una produzione Stivalaccio Teatro, con il contributo drammaturgico di Carlo Boso. Gli attori, Marco Zoppello e Michele Mori, vestiranno i panni dei condannati a morte Fiorentino e Piombino, due attori della celebre Compagnia “Comici Gelosi”, attiva in Europa fra Cinquecento e Seicento. Il loro destino è ormai scritto e l’esecuzione si avvicina, ma, tra una fuga e l’altra, i due si cimentano nell’affabulazione di Don Chisciotte che, tra avventure rocambolesche e surreali, mulini a vento ed eserciti di pecore, diventa il pretesto per procrastinare l’esecuzione. Poco importa se la trama della storia non è perfettamente rispettata, il fine del loro intento è quello di salvarsi e di salvare il teatro.

Sabato 21 Marzo 2020 “Bistagno in Palcoscenico” prosegue con una pièce teatrale di alto senso civico e civile, BORSELLINO, con Giacomo Rossetto a interpretare il difficile ruolo di Paolo Borsellino. Sono passati venticinque anni dal 19 Luglio 1994, giorno della strage di via d’Amelio, in cui perse la vita il giudice, figura emblematica e prestigiosa nella lotta contro la mafia, insieme al collega Giovanni Falcone. Borsellino diventa protagonista di uno spettacolo teatrale in cui pubblico e privato si fondono, per dare voce ai pensieri e alle preoccupazioni che tormentano. Giacomo Rossetto, con il supporto della produzione Teatro Bresci, porta in scena una storia piena di coraggio e determinazione, necessari per combattere la paura della morte e svolgere sino in fondo il difficile compito di uomo e magistrato.

La novità per la stagione teatrale 2019/2020 è la presenza dello spettacolo Fuori Cartellone GUARDA IN ALTO, che andrà in scena sabato 18 Aprile 2020. Lo spettacolo racconta la storia di due fratelli ottantenni che, dopo aver trascorso vite distanti e completamente diverse, si ritrovano nella vecchia casa sul mare che era del nonno. Il loro bisogno incalzante di fuggire da una quotidianità non più conforme alle loro esigenze li spinge a ritrovare uno scampolo della vita passata troppo in fretta. Il sogno del protagonista di volare come un gabbiano si intreccia con personaggi, famigliari e amici, che si alternano ma che non lo capiscono e sovente lo ostacolano. L’onirico e il reale si fondono e non sono sempre definiti e spiegabili. La casa sulla scogliera è di tutto questo la testimone silenziosa. Uno spettacolo che per l’autore è un “connubio di emozioni” evocate con parole, immagini multimediali e musica.

Sabato 16 Maggio 2020 si terrà l’ultimo spettacolo che chiuderà il Cartellone Principale. TIPI – Recital Comico – Antropologico è uno spettacolo scritto e interpretato da Roberto Ciufoli, secondo grande nome della scena teatrale nazionale in cartellone quest’anno. Il comico, conosciuto per aver fatto parte della famosa La Premiata Ditta, dal 2016 è tornato in teatro. Con lo spettacolo di repertorio TIPI – Recital Comico – Antropologico, prodotto da MenteComica, ci porta alla scoperta dell’essere umano in tutte le sue sfaccettature: dallo sportivo all’indeciso, dal timido al supereroe, il comico affronta le peculiarità che contraddistinguono le persone e ne indaga gli atteggiamenti attraverso monologhi, poesie, sketch, balli e canzoni, in un recital “comico-antropologico” che si presenta come un vero e proprio “multi-one man live show”.

Tutti gli spettacoli hanno luogo al Teatro SOMS di Bistagno (AL), in Corso Carlo Testa, n° 10, e hanno inizio alle ore 21,00 per quanto riguarda il Cartellone Principale e lo spettacolo Fuori Cartellone. Gli spettacoli del Cartellone Off avranno inizio alle ore 17.

Ogni rappresentazione sarà correlata da un incontro introduttivo e da un rinfresco, in occasione di un incontro con l’artista, che si terrà a conclusione della serata o della replica pomeridiana nel caso del Cartellone Off. Il rinfresco sarà offerto dall’Azienda Marenco Vini (Strevi – AL) e dal Laboratorio Gastronomico Artigianale Delizie di Langa (Bistagno).

 

Il costo del biglietto è 18 euro (ridotto 15 euro) per LA SOMMA DI DUE e TIPI RECITAL COMICO-ANTROPOLOGICO, 15 euro (ridotto 12 euro) per DON CHISCIOTTE – Tragicommedia dell’arte, 13 euro (ridotto 10 euro) per ATTENTI AL GORILLA – Omaggio a Fabrizio De André e BORSELLINO.

Il costo del biglietto per gli spettacoli del Cartellone Off è 10 euro (ridotto-bambini 5 euro, per gli abbonati al Cartellone Principale 8 euro).

Il costo del biglietto per GUARDA IN ALTO, spettacolo Fuori Cartellone, è 12 euro (biglietto unico).

 

Il prezzo dell’abbonamento al Cartellone Principale è di 62 euro intero e 50 euro ridotto, con posto riservato nelle prime file.

Presentando alla cassa l’abbonamento al Cartellone Principale, si ha diritto all’ingresso a 8 euro per le rappresentazioni del Cartellone Off.

La riduzione è valida per categorie di legge e strutture in convenzione con Quizzy Teatro, visionabili sul sito www.quizzyteatro.com.

Autorizzando Quizzy Teatro al trattamento dei dati personali, saranno trasmessi avvisi, via sms, whatsapp ed e-mail, circa promozioni speciali per ognuno degli spettacoli in cartellone.

 

Sono previsti accrediti per i giornalisti.

 

La prevendita (senza diritti aggiuntivi) è consigliata e si effettua in Acqui Terme (AL) presso Camelot Territorio In Tondo Concept Store, Corso Dante, n° 11/n° 3, e a Bistagno (AL) presso il Teatro SOMS stesso, ogni giovedì, dalle ore 18,00 alle 20,00.

 

Sconti per gli spettatori: del 10% su tutte le consumazioni presso il Bar Svizzero (Piazza G. Monteverde, n° 9, Bistagno) e sempre del 10% presso Ristorante La Teca e Hotel Monteverde (Corso Italia, n° 15 e 17, Bistagno), per cene e pernottamenti.

 

Innovativa e articolata è anche l’offerta formativa di “Quizzy Teatro”, che continua il percorso di professionismo specializzato.

Sintetico 2.0 è il fortunato Laboratorio destinato a chi, avendo competenze di palco, voglia mettersi in gioco e collaborare seriamente alla formazione di un gruppo stabile di ricerca sull’Azione Fisica, per la creazione di spettacoli e performance che abbiano come fulcro l’urgenza di comunicare idee e riflessioni sulla società contemporanea e il sentire sociale. La pratica si concentrerà, in prevalenza, sull’azione fisica e sulla interazione di questa con la voce e la parola, seguendo linee drammaturgiche e registiche in direzione sia di un lavoro straniato, che immedesimato.

A complemento, per una preparazione più particolareggiata, è sempre all’attivo un Corso Personalizzato in Tecnica e Interpretazione d’Attore, per acquisire credibilità ossia rendere vivo e naturale un personaggio, comprenderlo in modo approfondito e dettagliato mediante una forte prammatica di scena.

Alla conduzione si alterneranno Monica Massone per l’allenamento d’attore, la drammaturgia e la regia, Tatiana Stepanenko, direttrice della Scuola A.S.D. Entrée, apprezzata realtà coreutica acquese, per la danza, e Federica Addari, fondatrice e cantante de “Lo Straniero”, band piemontese alla ribalta nazionale e internazionale, per la voce; tutte e tre formatesi presso scuole a riconoscimento pubblico e con apprezzabili esperienze di lavoro italiane ed estere.

Quizzy Teatro sarà presente alla Festa delle Feste che si terrà ad Acqui Terme il 31 agosto e il 1° settembre in Corso Dante, per presentare agli interessati la stagione teatrale “Bistagno in Palcoscenico 2018/2019” e le varie attività laboratoriali previste per questo nuovo anno artistico.

Per informazioni e prenotazioni (consigliate): 348 4024894 (Monica), 366 3244653 (Davide), [email protected], www.quizzyteatro.com, Facebook e Instagram “Quizzy Teatro”.

Fausta Dal Monte
Giornalista professionista dal 1994, amante dei viaggi. "La mia casa è il mondo"
- Advertisement -

Popolari

Social

4,523FansMi piace
3,520FollowerSegui
2,512FollowerSegui
Zapping sfoglia PDF online
Zapping Casa sfoglia PDF online
Zapping da Leggere sfoglia PDF online

Ultimi articoli