Giffoni Film Festival: cos’è e perché andarci

Sono numerose le manifestazioni importanti e di spicco per ragazzi, funzionali alla promozione della cultura in Italia ma, un posto in alto nella classifica, è sicuramente riservato al Giffoni Film Festival.

Si tratta di un celebre festival cinematografico dedicato al cinema per ragazzi che si svolge ogni anno verso la fine del mese di luglio (quest’anno dal 20 luglio al 31 luglio) a Giffoni Valle Piana, in provincia di Salerno.

Di cosa si tratta effettivamente?

A fondare il Giffoni Film Festival nell’ormai lontano 1971 è stato Stefano Gubitosi, tuttora direttore artistico dell’evento, con l’intento di avvicinare i giovani al mondo della cinematografia e, al tempo stesso, elevando il cinema per ragazzi dalla posizione marginale che al tempo occupava ad una di maggiore rilievo. Più semplicemente Gubitosi ha cercato di stimolare un ambiente povero di iniziative culturali e fare qualcosa di diverso per il suo territorio con una idea a primo impatto bizzarra quanto rivoluzionaria.

E per raggiungere questo obiettivo due elementi sono stati fondamentali nel “concept” del festival: da una parte l’ambientazione nel paese di origine, dall’altra ciò che contraddistingue il Giffoni rispetto a qualsiasi altro festival è sicuramente l’età e la composizione delle giurie composte da giovani e giovanissimi che provengono da tutta Italia e che spesso trovano alloggio per i 10 giorni del festival proprio presso famiglie della zona che si offrono di ospitare i giovani giurati portando avanti una tradizione di anni.

Per i dieci giorni di festival dunque la giuria di giovani di diversa età assegna i vari premi ai film in concorso (con il tempo l’ambito di interessi si è ampliato passando ad analizzare anche cortometraggi, pièces teatrali e musicali, serie tv) e, insieme al pubblico, ha la possibilità di incontrare attori, artisti, cantanti e personalità del mondo del cinema e dello spettacolo approfondendo tematiche di particolare interesse inerenti il mondo e la storia della cinematografia (e non solo).

Il Giffoni, pur essendo nato come una manifestazione soltanto regionale ha ormai assunto un respiro internazionale con ospiti provenienti da tutto il mondo, per citarne alcuni Sam Claflin, Mark Ruffalo, Bryan Cranston o ancora Kit Harington, Orlando Bloom, Darren Criss, John Travola, Robert De Niro o Tom Felton. Tra i numerosi nomi importanti rimane però fortemente impresso nei cuori quello del regista Francois Truffaut che, dopo l’undicesima edizione del festival, scrisse: “Di tutti i festival del cinema, quello di Giffoni è il più necessario”, sottolineando il ruolo della manifestazione in qualità di mediatore tra le nuove generazioni e il mondo del cinema.

Ma come sono selezionati i film che “partecipano” al festival?

Questo è forse uno degli aspetti più “significativi” dato che a caratterizzare il fenomeno – Giffoni è proprio e soprattutto la scelta dei film, frutto di un processo di analisi e valutazione del panorama cinematografico mondiale. Capita anche ci siano dei fili conduttori, dei temi “portanti” del festival e dunque per la selezione anche questo dato può assumere una rilevanza. Sta di fatto che si tratta sempre di film e produzioni che smuovono sensibilità e cuori, progetti funzionali alla apertura di discussioni, dibattiti, conversazioni su tematiche di portata generale e di ampio rilievo: si sente spesso che un’opera proiettata al Giffoni  “ha come un marchio di garanzia”, una sorta di sigillo che ne attesta la qualità…ed è davvero così!

Ho avuto la fortuna di partecipare al festival diverse volte e, anche se purtroppo mai come giurato, è una esperienza che consiglierei a tutti per il clima di festa e di cultura che si respira. È una ricchezza del nostro paese che molti non conoscono e che, a mio avviso, dovrebbe essere pubblicizzata molto di più per l’importanza che ha, per il modo in cui avvicina i giovani al cinema italiano e non e per la sensibilizzazione di tematiche di grande rilievo sociale.

Ludovica Italiano

 

 

Di Fausta Dal Monte

Giornalista professionista dal 1994, amante dei viaggi. "La mia casa è il mondo"

0 0 voti
Valutazione articolo
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti
0
Vorremmo sapere cosa ne pensi, scrivi un commento.x