Sabato 4 gennaio, 4° giorno dell’anno. Prima settimana. Alla fine del 2020 mancano 362 giorni (bisestile)

0
1518
Louis Braille, inventore di questo metodo che aiuta i ciechi a leggere e scrivere, nacque 211 anni fa

FRASE DEL GIORNOE’ più facile costruire bambini forti che riparare uomini rotti. (Frederick Douglass)

SANTI DEL GIORNO – Beata Angela da Foligno (Terziaria Francescana), Santi Ermete e Caio (Martiri), San Ferreolo di Uzès (Vescovo), San Rigoberto di Reims (Vescovo), San Rigomero (Vescovo), Sant’Abruncolo (Vescovo), Santa Dafrosa di Roma (Sposa e Martire), Santa Farailde di Gand (Vedova).

EVENTI DEL GIORNO – Nel 2010 inaugurato il grattacielo più alto del mondo.
Con una cerimonia in stile hollywoodiano fu inaugurato a Dubai il ‘Burj Khalifa’, che misura 829,80 metri, primato senza confronti nella storia delle costruzioni. Progettato dal noto studio “Skidmore, Owings & Merril, LLP di Chicago”, è composto da 3 elementi con un nucleo centrale, studiato per ricordare l’Hymenocallis (visto dall’alto), genere di piante molto amato a Dubai. Il ‘Burj Khalifa’, intitolata allo sceicco Khalifa bin Zayed Al Nahayan, dal 2004 presidente degli Emirati Arabi Uniti, come riconoscimento per aver rilanciato l’economia locale, oggi ospita uffici, alberghi e 700 abitazioni private per complessivi 163 piani (record mondiale) serviti dagli ascensori più alti e veloci al mondo.
Nel 1967 uscì l’album di debutto dei Doors. Quattro ventenni dell’Università di Los Angeles pubblicarono il loro 1° album, intitolandolo col nome della band fondata 2 anni prima: “The Doors”. Le 11 tracce irruppero sulla scena musicale con una potente carica rivoluzionaria, sia dal punto di vista delle sonorità, oscillanti tra il rock psichedelico e il blues, sia da quello testuale, che spaziava dalla mitologia greca alla poetica maledetta, esaltate dalla voce sensuale di Jim Morrison. Il disco fu a tal punto identificato con la storia della band che la città di Los Angeles, nel ’17, in occasione del 50° dell’uscita, decise di proclamare il 4 gennaio come ‘Doors Day’.

NATI FAMOSI – Louis Braille (1809-1852), Francia, inventore. Nel buio, cui fu condannato per tutta l’esistenza da uno sfortunato incidente, trovò la “luce” per donare a milioni di ciechi la possibilità di comunicare. Nato a Coupvray, a 3 anni si infortunò all’occhio sinistro nell’officina del padre sellaio e l’infezione si estese, col tempo, anche all’occhio destro, portandolo alla cecità. Una borsa di studio lo fece entrare alla Institution des Jeunes Aveugles (Istituto per giovani ciechi), dove apprese i metodi punitivi di Valentin Haüy, efficaci solo per la lettura e basati sul ‘leggere con il tatto’ i caratteri della stampa in nero, messi in risalto da un filo di rame posto sull’altro lato del foglio. L’intuizione giusta arrivò nel 1821, quando un militare, tale Charles Barbier de la Serre, mostrò a Braille un sistema usato dall’esercito per trasmettere messaggi in rilievo, basato su 12 punti.
Da quest’ultimo prese forma il celebre “metodo Braille”, basato su 6 punti, che permise ai ciechi di leggere e anche di scrivere. Braille morì di tubercolosi nel 1852, a Parigi. Nel ’09, nel bicentenario della nascita, Italia e Belgio gli dedicarono una moneta da 2 Euro.

Michael Stipe (1960), Usa, cantautore. Nato a Decatur (Georgia), scoprì la sua inclinazione musicale ascoltando Patti Smith, con cui strinse una duratura amicizia e duettò in diverse occasioni. All’Università incontrò il chitarrista Peter Buck, col quale fondò il gruppo “R.E.M.”, coinvolgendo il bassista Mike Mills e il batterista Bill Berry. Autore di quasi tutti i testi della band, tra la fine degli ’80 e i ’90 salì sul tetto del mondo con brani storici come “Losing my religion” e “Man on the Moon”. Dopo 16 album e 85 milioni di dischi venduti, nel 2011 i “R.E.M.” si sciolsero e Stipe, da sempre amante dell’arte, si dedicò alla fotografia. Nell’ottobre ’19 pubblicò il nuovo singolo “Your Capricious Soul”, disponibile in download sul suo sito ufficiale con una donazione a favore di una organizzazione ambientalista impegnata contro i cambiamenti climatici.

Armin Zoeggeler (1974), Italia, ex-slittinista e allenatore. Nato a Merano (BZ), fu protagonista di 6 Olimpiadi invernali vincendo 2 ori, 1 argento e 3 bronzi. Negli sport invernali detiene il record italiano delle gare vinte in Coppa del Mondo. Fu soprannominato “il Cannibale” per i successi in tutti i campionati: Mondiali (6 ori, 5 argenti, 5 bronzi), Europei (4 ori, 6 argenti, 8 bronzi) e Italiani (15 ori, 1 argento, 1 bronzo). Ritirato nel ’14, diventò d.t. della Nazionale italiana. A Torino ’06 fu portabandiera nella “chiusura”.

 

Print Friendly, PDF & Email