Giovedì 29 ottobre, 303° giorno
dell’anno, 44^ settimana. Alla fine del 2020 mancano 63 giorni (bisestile)

0
747
Una divertente e ammiccante espressione dell'attrice comica Luciana Littizzetto, oggi 56enne

FRASE DEL GIORNO – Credimi, il cellulare è l’unica cosa che gli uomini sono fieri d’avere piccolo!  (Luciana Littizzetto) 

SANTI DEL GIORNO – Sant’Ermelinda (Vergine nel Brabante), San Narciso di Gerusalemme (Vescovo), Sant’Onorato di Vercelli (Vescovo).

EVENTI DEL GIORNO – Nel 1787 il Don Giovanni di Mozart debuttò a Praga. La grande prima di uno dei maggiori capolavori di Wolfgang Amadeus Mozart ebbe luogo al Teatro degli Stati di Praga e da qui divenne leggenda nella storia della lirica mondiale.
Strutturato come un dramma giocoso diviso in due atti, il “Don Giovanni” è la seconda delle tre opere italiane (le altre sono “Nozze di Figaro” e “Così fan tutte”), che il celebre compositore austriaco scrisse in collaborazione col librettista trevigiano Lorenzo da Ponte. Quest’ultimo si rifece a un vecchio libretto di Giovanni Bertati ispirato al dramma “Il seduttore di Siviglia e il convitato di pietra” dello scrittore spagnolo Tirso de Molina.
Dal 1923 Festa nazionale della Turchia. Con la guerra greco-turca del ’19-’22 il movimento di indipendenza nazionale guidato dall’ex generale dell’esercito ottomano  Mustafà Kemal Pascià (detto Atatürk, padre dei turchi), liberò il paese e il 29 ottobre ’23 fu proclamata la Repubblica Turca: quel giorno diventò festa nazionale.
Nel 1969 primo collegamento remoto tra computer. Proprio 51 anni fa, alle 22.30 (ora della California), lo studente Charley Kline effettuò il primo collegamento remoto tra 2 computer, in funzione rispettivamente presso l’Università della California e lo Stanford Research Institute. Il suo tentativo di inviare un messaggio, digitando come testo ‘login’, s’interruppe bruscamente e al destinatario arrivarono solo le prime due lettere. L’evento fu salutato come la nascita di ‘Arpanet’, prima rete di trasmissione dati realizzata dal Darpa  (agenzia del Dipartimento della Difesa degli Stati Uniti) esclusivamente per scopi militari.

NATI DEL GIORNO – Fausto Leali (1944), Italia, cantante. Con l’anima romantica e la voce blues, che gli valsero il soprannome “negro bianco”, è uno degli artisti più stimati della musica leggera italiana. Nato a Nuvolento (BS), iniziò a 14 anni a livello professionistico, entrando a 16 nell’orchestra del fisarmonicista jazz Wolmer Beltrami. La voce graffiante da musica “nera” lo aiutò ad imporsi nel ’67 con “A chi” (cover dell’americana “Hurt”), 4 volte disco d’oro con oltre 4 milioni di copie vendute nel mondo. Protagonista ben 13 volte a Sanremo, fu travolgente a fine anni ’80: 4° con “Io amo” (’87), 5° con “Mi manchi” (’88) e vincitore, in coppia con Anna Oxa, con “Ti lascerò” (’89). Altri grandi successi sono  “Deborah” (’68), “Angeli negri” (’68), “Io camminerò” (’76). Gli album pubblicati sono 26.
Rino Gaetano (1950-1981), Italia, cantautore. Nato a Crotone come Salvatore Antonio Gaetano, fu  cantore del ‘nonsense’, della canzone in apparenza scanzonata ma con una forte valenza ironica legata alla realtà politica e sociale del tempo. Completati gli studi, si avvicinò prima al teatro e poi alla musica, promettendo al padre che se entro un anno non avesse sfondato, avrebbe accettato il lavoro in banca. Al primo 45 “I love you Marianna”  (’72) seguirono i successi “Il cielo è sempre più blu” (’75) e “Berta filava” (’76). Il Festival di Sanremo ’78 gli diede la celebrità col 3° posto di “Gianna”, cui seguì, nello stesso anno, “Nuntereggaepiù”. La sua carriera fu stroncata da un incidente stradale il 2 giugno ’81.
Luciana Littizzetto (1964), Italia, attrice comica. Nata a Torino, con la sua satira pungente è dagli anni ’90 tra i beniamini del pubblico TV. Diplomata in pianoforte e laureata in Lettere, frequentò la scuola di recitazione dell’Istituto d’Arte e Spettacolo. Divenne popolare con “Mai dire gol” e “Quelli che il calcio”, in cui mostrò tutta la propria ironia scanzonata. Negli stessi anni pubblicò libri per Mondadori e divenne speaker per Radio 2  e Radio Deejay. Dal ’05 nel cast di “Che tempo che fa” di Fabio Fazio, con lui diede vita a un sodalizio artistico che culminò nella conduzione di Sanremo ’13. Nel ’14 fu premiata come “miglior personaggio femminile dell’anno” con il premio Regia Televisiva.
Winona Ryder (1971), Usa, attrice. Tra le più ricercate dai grandi registi, nacque Winona Laura Horowitz a Winona (Minnesota). Esordì con “Beetlejuice – Spiritello Porcello” (’88) e “Edward Mani di Forbice” (’90), poi fece il salto di qualità con “Dracula di Bram Stoker”, di Francis Ford Coppola. A 23 anni vinse il Golden Globe (“migliore attrice non protagonista”) con “L’età dell’innocenza”, di Martin Scorsese, ed ebbe la nomination all’Oscar. Nel ’95  sfiorò di nuovo la statuetta per “Piccole donne”. Premiata nel ’00 con una stella sulla  ‘Hollywood Walk of Fame’, dopo una lunga assenza dovuta alla condanna per taccheggio (emerse così la sua “cleptomania”), tornò protagonista in “Star Trek” (’09) e “Homefront” (’13), scritto e diretto da Sylvester Stallone.

Print Friendly, PDF & Email